Monday, 10/12/2018 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

I Vampiri esistono! …e tu potresti esserlo o esserne Vittima

I Vampiri esistono! …e tu potresti esserlo o esserne Vittima

Chi sono realmente?

Intendiamoci subito: in questo articolo non parlo certo dei “succhia-sangue” a cui siamo ispirati dai racconti fantastici o dai film dell’orrore; i Vampiri reali – a cui mi riferisco – “succhiano” energia non sangue!
In Italia se ne parla da poco… E infatti chi lo è ha un po’ di timore a rivelarsi, poiché gli Italiani sono ancora piuttosto chiusi a queste cose, ed anche in questo caso (come spesso accade) l’ignoranza porta alla derisione… I Vampiri vengono visti un po’ come socialmente incompatibili; stranezze a cui serve uno psichiatra, o ancora – ma questo solo nei migliori dei casi – semplicemente come feticisti.
Eppure i Vampiri – che questo lo si voglia credere o no – esistono realmente, e ciò che li accomuna sono alcuni tratti evidenti e riscontrabili:

la fotosensibilità –

gli occhi cangianti –

lo stomaco delicato –

la pelle molto chiara –

l’attrazione per il sangue –

l’aver almeno uno dei 5 sensi più sviluppati della norma –

l’aver una temperatura basale più bassa della norma, 35°/36° –

Per via della loro fotosensibilità e della loro pelle molto chiara i Vampiri fanno largamente uso degli occhiali da Sole e non li si troverà mai in riva al mare o lungo una spiaggia a prender la “tintarella”. Il fatto che siano attratti dal sangue non deve indurre alla stereotipata conclusione che se ne nutrano, anche se, alcuni di loro (solo in taluni casi) possono arrivare a crearsi delle micro-lacerazioni dalle quali assaporare il loro stesso fluido vitale.

Comunque, come già detto, i Vampiri reali “succhiano” energia non sangue; per loro, la necessità di assumere energia dipende dal fatto che non sono in grado di assumere la giusta quantità di energia di cui necessitano (considerando che il loro fabbisogno energetico è superiore), nei modi usuali per tutti gli altri, quindi, se non la assumono attraverso altre vie, si possono sentire spesso stanchi o spossati, avere dolori muscolari, dolori lobo-frontali o emicranie, poca concentrazione, stanchezza e/o spossatezza.

Classificazione

I Vampiri (reali) possono essere classificati in “Elementali” e “Psichici”, ma può capitare (anche se raramente) che, un vampiro elementale sia anche psichico e/o viceversa.

– Vampiri Elementali –

vampiri 1
Traggono energia dagli elementi climatici, quali: la tempesta, i tornadi, le forti bufere di neve o le raffiche di vento.
Ma non solo! I Vampiri Elementali possono trarre energia, più di ogni altra persona, anche e soprattutto dall’ambiente che li circonda, come gli alberi, i fiumi, la terra e tutto ciò che la Natura ci regala.
Se si sentono spossati, i Vampiri Elementali non devono far altro che aspettare il cambiamento delle condizioni climatiche.

– Vampiri Psichici –

vampiri 2

Si nutrono dell’energia delle persone. Un Vampiro Psichico, consciamente o no (se non sa di esserlo o è inesperto), porta la sua vittima ad uno stato d’animo negativo per poi assorbirne l’energia scaturita da questa emozione. Quindi se dopo aver parlato con qualcuno, vi sentite stanchi, avete giramenti di testa o sintomi similari, molto probabilmente vuol dire che avete di fronte un Vampiro Psichico (e quindi ne siete vittime).
Il Vampiro Psichico consapevole di esserlo, può nutrirsi di queste energie negative oppure cercarne di positive. Quando vuol nutrirsi di energie positive non sarà difficile trovarlo ai concerti, allo stadio, nelle discoteche, ai convegni, o comunque in luoghi affollati, dove può assorbire tutte quelle energie che le persone emanano liberamente e molto spesso inconsapevolmente.

Luca Sidoti Pinto (23/03/2017)

PulsanteLibriConsigliati

Luca Sidoti Pinto
About

Sposato e padre di due bambini, è un uomo da sempre interessato alle antiche tradizioni culturali e religiose pagane, all'esoterismo e al cospirazionismo globale. Impegnato in una costante analisi dei testi storici, esoterici, mistici e religiosi; scopre nel Wotanismo la sua dimensione religiosa, sociale, etica e politica, mentre nel Satanismo la sua vena filosofica e spirituale. Vede l'opportunità (anche per le nuove e future generazioni) di cogliere l'essenza wotanista e satanista attraverso due nuovi canali diretti, che convoglino le energie, le esperienze e gli intenti di quel silenzioso popolo di altri 'fratelli' e 'sorelle' senza punti di riferimento. È il 23 marzo 2013 quando dà contestualmente vita alla "Fazione Wotanista" e al "Tempio di Satana". Al momento ha all'attivo la pubblicazione di un libro: "Cristianesimo positivo - antitesi del Cristianesimo israelitico".

1 Comment

  1. danairu02

    Da piccolo ero ustionabile al sole e avevo un udido del tipo che non riuscivo a stare nei posti tipo giostre o dove c’è musica ad alto volume, il rumore degli scooter mi facevano scappare via. Però ero vegetariano… fino all età di otto anni no aspe a 4 anni ero un marocchino. ludito adesso ce l ho normale un anno e mezzo fa.. si era alzato il volume perché avevo i mentalisti attorno. Comunque sul vampirismo emotivo ne he ho subito gli attacchi. Direi che si tratti della stramaggiorparte delle persone. Soprattutto ragazzini addirittura fino ai 19 anni… e poi c’è chi ci resta a vita e crea circostanze deprimenti e si arrabbiano di più se non te ne frega niente quando sai le intenzioni fin dall inizio. Ne hanno più bisogno di energie perché credono alle loro stesse bugie. Poi se hanno una posizione a livello di necessità si crea l attitudine all essere vampirico

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »