Thursday, 5/12/2019 UTC+2
IL SAPERE

Terremoto in Nepal, oltre 2500 morti. Altra scossa di magnitudo 6.7 durata due minuti

Terremoto in Nepal, oltre 2500 morti. Altra scossa di magnitudo 6.7 durata due minuti

Continua il lavoro dei soccorritori, ma mancano i mezzi per rimuovere le macerie. Scatta l’emergenza sanitaria: servono farmaci e acqua. La comunità internazionale si mobilita

È uno scenario di distruzione e morte quello che si presenta a Kathmandu il giorno dopo il terribile terremoto di magnitudo 7,9 che ha colpito il Nepal, dove continuano i lavori dei soccorritori per cercare eventuali superstiti. Dalle macerie dei templi di Kathmandu e delle altre città della vallata, dove spesso si scava con le mani, continuano ad emergere cadaveri. Le testimonianze sono drammatiche con i residenti che hanno parlato di «distruzione ovunque» e «città sbriciolate». Il governo ha comunicato che le vittime accertate del sisma sono salite a 2.500, ma si teme che possano essere molte di più. Altre vittime si contano nei Paesi limitrofi colpiti, come India, Bangladesh e Tibet. Alle prime luci dell’alba sono riprese le ricerche delle persone intrappolate nelle rovine degli edifici delle principali città nepalesi, ma la mancanza di mezzi pesanti, adatti a rimuovere i detriti, rende immane il lavoro dei soccorritori e riduce le speranze di trovare ancora superstiti. I feriti sono oltre 6.200. Il terremoto ha spazzato via palazzi storici, templi e anche la torre simbolo della capitale Kathmandu.
La popolazione, che si prepara a passare la seconda notte all’addiaccio, è stremata. Manca la corrente elettrica, i collegamenti telefonici sono precari e cominciano a scarseggiare il cibo e l’acqua. Il governo nepalese, impotente davanti alle proporzioni del disastro, ha decretato lo stato di calamità naturale.

UNICEF: COINVOLTI TANTI BAMBINI, È CATASTROFE

La situazione in Nepal è «terribile, la metà della popolazione sono bambini e si teme una catastrofe» è l’allarme lanciato dall’Unicef: «La situazione è complessa nelle zone rurali e nei villaggi a nord ovest di Kathmandu dove regna la distruzione ed è arduo arrivare. I bambini messi in salvo sono intrappolati al freddo e al gelo. Le prossime ore saranno decisive», fanno sapere gli operatori che stanno distribuendo cibo, kit igienici, coperte e medicine.

NUOVE SCOSSE

Proseguono intanto le scosse di assestamento nel centro del Paese. Una nuova forte scossa di assestamento di magnitudo 6.7 è stata avvertita verso le 9.09 ora italiana ed è durata per quasi due minuti. Secondo i rilevamenti dello United States geological survey (Usgs), una scossa di magnitudo preliminare 5.6 è stata registrata alle 5:01 ora locale (l’1:16 in Italia) a 10 km di profondità ed epicentro 45 km a ovest-nordovest di Kathmandu. «Ci sono state diverse scosse di assestamento, una notte orribile. Molte persone hanno dormito nelle loro auto o per strada» ha raccontato un funzionario dell’Undp in Nepal.

PulsanteLibriConsigliati

 

VISITA ANCHE IL SITO UFFICIALE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

 
admin
About

Con mente Chiara e Luminosa affronta audace il tuo Destino, senza indugio percorri la Via che conduce alla Conoscenza. Con Cuore Puro e Volontà di ferro, niente e nessuno ti può fermare. Per te ogni cosa diventa possibile.

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »