Monday, 9/12/2019 UTC+2
IL SAPERE

Il Reiki di Secondo Livello [R]

Il Reiki di Secondo Livello [R]

SECONDO LIVELLO

IL REIKI DI SECONDO GRADO

Bene. Ora chi si avvicina a questa fantastica esperienza, è per così dire pronto e  maturo per poter affrontare e collaborare in prima persona con le entusiasmanti e non più complicate Leggi Cosmiche governate dalla Natura.

Cominciamo col dire che il secondo grado ci permette di incanalare il doppio del flusso di energia permessa dal primo grado, di lavorare in modo più diretto e attivo con essa nonché la capacità di proiezione astrale inviando energia a distanza nello spazio e nel tempo a persone, cose e situazioni senza limiti, (n.b.: anche le situazioni sociali e non, fanno sempre parte della stessa energia e possono essere equilibrate dall’energia Reiki).

Inoltre, se prima col Reiki di primo grado potevamo incanalare energia solo a livello fisico per

mezzo dell’apposizione delle nostre mani su di un qualsiasi corpo lasciandola scorrere libera di andare dove necessitava, ora col secondo grado possiamo anche incanalarla a livello mentale concentrandola su di un qualsiasi dato problema per mezzo dei simboli, del pensiero o affermazioni e della visualizzazione.

Infatti, il seminario di Reiki di secondo grado, è basato principalmente sull’apprendimento dei tre simboli ed il loro profondo significato.

Il Reiki di secondo grado potenzia notevolmente le nostre facoltà psichiche, telecinetiche e magnetiche, rendendo più forte il nostro potere personale e la nostra volontà, traendo infiniti vantaggi come individuo e come terapeuta energetico.

Nel corso del seminario di secondo grado, il master effettuerà 2 armonizzazioni per partecipante.

I SIMBOLI – COSA SONO, A COSA SERVONO E COME SI IMPIEGANO

I simboli Reiki sono ideogrammi giapponesi di origine sanscrita riscoperti da Mikao Usui e risalenti ad almeno 2.500 anni fa; vengono rappresentati psichicamente come figure e suoni (mantra) e sono anche lettere dotate di significato.

Detti simboli, che possedendo caratteristiche psichiche ed energetiche proprie e diverse tra loro (come spiegherò in seguito nel dettaglio di ciascuno), servono per chi ne fa ricorso, a potenziare ed a sviluppare di gran lunga i propri intenti mentali, materiali e spirituali legati ad essi, interagendo così in modo più diretto e profondo con l’energia Reiki.

Per poter usufruire di ciascun simbolo durante un qualsiasi training di secondo grado, occorre tracciare idealmente la sua sagoma con la nostra mano su di ogni cosa stiamo trattando oppure visualizzarlo di luce dorata sempre “sull’oggetto” trattato, ripetendo mentalmente il nome del simbolo stesso per tre volte; perciò è molto importante imparare a memoria il nome di ogni simbolo con la figura relativa, per poterli tracciare e utilizzare in modo armonioso ed efficace durante i training.

Comunque in seguito, una volta ben comprese a fondo le caratteristiche teorico-pratiche energetiche di tutti i tre simboli, sarà poi la vostra personale esperienza e sensibilità a suggerirvi il  momento, il caso ed il luogo opportuno su come, quanto e quando utilizzare ciascun simbolo.

Suggerisco altresì molta cautela e responsabilità nell’uso dei simboli, perché l’energia che sprigionano è veramente elevata.

IL PRIMO SIMBOLO

 

“CHO  KU  REI”

 Letteralmente CHO KU REI significa “ENERGIA UNIVERSALE CONCENTRATI QUI”.

Energeticamente rappresenta “l’interruttore” dell’energia Cosmica; ha la caratteristica di aumentare il flusso dell’energia incanalata; è anche per così dire il “Fissatore” degli altri due

simboli aumentandone la loro forza.

Questo simbolo viene anche usato nell’auto/training fisico per aumentare il flusso dell’energia incanalata, dimezzando così i tempi di terapia del primo grado.

Avendo compreso che il “CKR” (abbreviazione che userò in seguito) ha la capacità di potenziare e di accelerare considerevolmente ogni processo, lo possiamo utilizzare per dare “Energia”, “Forza” o una “Spinta Maggiore” ulteriore a qualsiasi cosa stiamo lavorando; in questi casi lo si può tracciare invocandolo continuamente per un certo tempo, attingendo sempre più in modo crescente all’energia di questo simbolo.

Di seguito indico alcuni usi del “CKR”:

– per “pulire” le stanze e gli ambienti da energie negative come radiazioni nocive dovute ad     apparecchiature elettroniche, oppure dove si sono vissuti parecchi conflitti, stanze di ospedali, case di ammalati, camere dove si attuano terapie ecc….e la sua modalità di applicazione nei suddetti casi consiste nel tracciarlo su tutte le pareti, il soffitto e il pavimento, ripetendo mentalmente il suo nome ogni volta per tre volte; si può anche visualizzare la sua sagoma dorata tracciata sul soffitto che scende piano purificando tutti i livelli della stanza;

– per ridare energia a persone stanche o sulle ferite (nel caso di scottature, apporre la mano a circa 30 cm. di distanza);

– per proteggere noi stessi o altre persone da energie negative esterne: la sua modalità di applicazione consiste nel tracciarlo per sei volte (davanti, dietro, ai lati, sopra e sotto il nostro corpo), ripetendo ogni volta il nome “CKR” per tre volte;

………….. e per tutte le volte che la vostra esperienza lo ritiene opportuno.

IL SECONDO SIMBOLO

“SEI HE KI”

Letteralmente SEI HE KI significa: “IO HO LA CHIAVE”

E’ il simbolo che attiva le forze interiori presenti in ognuno.

Il SHK appartiene alla sfera emozionale, porta i contenuti del subconscio a livello cosciente e mette in comunicazione il nostro subconscio con quello altrui.

Lo si usa con successo per equilibrare e guarire qualsiasi trauma emozionale e di dipendenza

psichica; SHK ci aiuta a portare alla luce tutti i nostri blocchi inconsci per il tempo necessario a ricollegarci con essi, elaborarli e definitivamente eliminarli.

In ogni processo di guarigione psichica emozionale, una volta invocato, il SHK offre inconsciamente al ricevente, diverse possibili soluzioni energetiche a lui congeniali per eliminare i propri blocchi; infine sarà poi il suo intimo a scegliere la strada giusta per sé per quel momento.

Chi effettua un qualsiasi training mediante questo simbolo, penetra nell’inconscio della persona trattata (o anche di se stesso mediante l’autotraining o per una situazione), è può modificarne lo stato  energetico mentale ed emozionale mediante i propri intenti, oppure può limitarsi a lasciare che il simbolo stesso (che è governato da un’intelligenza superiore) agisca da solo come meglio crede, il che è quasi sempre consigliabile, invocandolo continuamente quando c’è necessità.

Generalmente il SHK lo si usa per guarigioni dirette mediante training mentali per ciò che riguardano  dipendenze da problemi come  stress, tic nervosi, insonnia, depressione, attacchi di  panico, esaurimento nervoso, ansia, rabbia, apprensione, schizofrenie, vizi mentali e comportamentali, dipendenze varie ecc……

IL TERZO SIMBOLO

“HON SHA ZE SHO NEN”

Letteralmente HON SHA ZE SHO NEN significa: “NIENTE PASSATO, NIENTE PRESENT E  NIENTE FUTURO”

E’ il simbolo che ci permette di andare oltre il concetto illusorio di spazio-tempo, agendo energeticamente sulla mente conscia.

Per mezzo di HSZSN, possiamo incanalare energia Reiki a distanza per chiunque e/o qualunque scopo o situazione sia nel senso di spazio che nel senso di tempo (passato, presente e futuro).

Per quanto ci riguarda, HSZSN ha anche il significato di ”ingresso del libro della vita” di ognuno; invocandolo continuamente porta a livello cosciente nel “qui e ora” le nostre azioni e situazioni  emozionali, mentali e spirituali create nel presente, nel passato e nel futuro, per poterle volendo riprogrammare  a nostro piacimento o secondo come suggerisce il simbolo stesso, dandoci così  nuove opportunità di riequilibrio relative alle suddette azioni create; questa per esempio è un’altra strada su come lavorare coi traumi che spesso vengono dal passato usando HSZSN.

Questo potente simbolo, a seconda di come e su cosa lo incanaliamo, da come risulta ci apre ad  infinite possibilità di scelta su come partire ad operare su di un qualsiasi dato problema, di  conseguenza abbinandolo agli altri due simboli, abbiamo uno strumento energetico potente e completo per agire direttamente su tutti i piani dell’essere; per esempio: se ciò che stiamo trattando è di natura emozionale, insieme a HSZSN, che ci aiuta a visualizzare una situazione irrisolta del passato da riequilibrare, come ausilio possiamo successivamente tracciarci sopra il secondo simbolo SHK e infine CKR per rinforzare l’azione  per tutte le volte che lo desideriamo.

LA VISUALIZZAZIONE

Per effettuare un buon training di secondo grado, come vedremo in seguito, è fondamentale conoscere l’arte della visualizzazione.

Elenco alcuni semplici e pratici consigli:

Visualizzare significa vedere, ricordare mentalmente, configurare una cosa, persona, scena o situazione senza l’uso del nostro occhio fisico, senza avere davanti a sé materialmente l’oggetto visualizzato.

Anzi non occorre necessariamente averlo visto: la visualizzazione può essere una creazione completamente nostra, modificabile in qualunque momento, (alterazione in maniera creativa dei dati base memorizzati nella mente).

Per far si che la nostra visualizzazione dia maggiori risultati, occorre arricchirla con più elementi

ricorrendo a tutti i sensi che abbiamo a disposizione come la vista, i suoni, gli odori, il tatto, i sapori, le emozioni e i sentimenti.

L’olfatto: gli odori e gli aromi cambiano frequentemente anche da un momento all’altro: gli ambienti esterni possono sapere di mare, di erba appena tagliata, o anche….una discarica.

Il tatto: un soggetto può essere caldo, freddo, liscio, ruvido, o dare altre sensazioni diverse

Il gusto: bisogna concentrarsi e riportare alla mente il ricordo del sapore più legato e confacente all’esperienza da visualizzare

Il suono: il traffico stradale, il rumore del vento, il suono delle voci, distinguere i vari toni ecc…

La vista: bisogna sforzarsi di cogliere soprattutto i particolari ossia sfumature, dettagli, ombre, contrasti, colori ecc….

Le emozioni ed i sentimenti: la chiave del successo nel visualizzare è proprio l’emozione;

il livello emotivo raggiunto nella creazione della situazione da visualizzare è il vero segreto per un rapido successo dell’azione.

Un pensiero creato, emesso e rafforzato dai simboli Reiki, è capace di compiere…….miracoli!!!

“UN INDIVIDUO E’ CIO’ CHE PENSA; IL DOMINIO SUI PENSIERI, CONFERISCE IL DOMINIO SUL CORPO E SULLA MATERIA”

ESEMPI CLASSICI DI TRAINING DI SECONDO GRADO

AUTO/TRAINING FISICO

Procedere come si ritiene opportuno, in aggiunta su tutto il corpo (oltre alle posizioni imparate dal  primo grado) o sui punti malati, si possono tracciare tutti e tre i simboli ricordando però di dire  mentalmente per tre volte il nome di ciascun simbolo; se tracciamo SHK o HSZSN, dobbiamo ricordarci una volta tracciato ciascuno, di aggiungere CKR per rafforzare le loro qualità;

in definitiva.: se tracciamo SHK, subito dopo tracciare dopo CKR e tracciamo HSZSN subito dopo tracciare dopo CKR

AUTOTRAINING MENTALE  (SK + CR)

–    Dopo le prime tre posizioni della testa (occhi-tempie-orecchie) poniamo la nostra mano sinistra sull’occipite e la mano destra traccia sulla sommità del capo SHK ripetendo tre volte il nome  SHK, successivamente tracciare CR e ripetere il suo nome tre volte.

–    Ripetiamo mentalmente per tre volte il nostro nome e cognome per stabilire il contatto con la nostra interiorità; d’ora in poi tutto ciò che pensiamo andrà ad influenzare il nostro inconscio.

–     A questo punto, sempre nella posizione nuca-fronte, ripetere il messaggio per tre volte, per  esempio: sono sempre più in equilibrio con me stesso; energia per liberarti dal fumare ecc…).

–     n.b.: effettuare non più di un messaggio al giorno possibilmente breve e conciso, che sia affermativo, presente e che sia formulato in positivo.

–     Possiamo anche mettere in contatto con i nostri singoli organi inviando loro un preciso messaggio.

–     A questo punto, se volete potete procedere con tutte le posizioni rimanenti previste per l’autotraining, diversamente se volete concludere, una volta staccate le mani dalla posizione, si strofinano le mani tra loro e si soffia per interrompere il contatto.

TRAINING MENTALE CON MESSAGGIO(PERSONA PRESENTE) SHK +CKR

–    Dopo le prime tre posizioni della testa (occhi-tempie-orecchie) poniamo la nostra mano

sinistra sull’occipite della persona e la mano destra traccia sulla sua sommità del capo SHK  ripetendo mentalmente il suo nome tre volte, dopo tracciamo CKR ripetendo il nome tre volte e apponiamo la nostra mano destra sulla fronte della persona trattata.

–     Ripetiamo il nome e cognome mentalmente  della persona trattata per stabilire il contatto; d’ora in poi tutto ciò che pensiamo andrà ad influenzare la persona a livello inconscio.

–     A questo punto, formulare mentalmente il messaggio da inviare alla persona, per es.: sei pieno di energia risanatrice; energia per ……essere libero da….ogni malattia; …….dal rosicchiarti le unghie; ……..essere più disponibile verso gli altri; ecc….(ricordando di formulare un  messaggio affermativo, positivo, presente, breve e conciso; per aiutarci meglio, visualizzare la persona immersa nella situazione legata al messaggio inviatogli, e se vogliamo rafforzare la sua azione, possiamo tracciare sulla nostra chiara visualizzazione, molti CKR ripetendo il  nome del simbolo per tre volte diverse volte.

–     Se desideriamo possiamo completare il training fisico; una volta finito il training, facciamo la chiusura, l’accarezzamento dell’aura e strofiniamo le nostre mani tra loro soffiandoci sopra per interrompere il contatto.

N.B.: PRIMA DI PROCEDERE AD EFFETTUARE UN TRAINING CON UN QUALSIASI MESSAGGIO BEN PRECISO AD UN’ALTRA PERSONA, E’ INDISPENSABILE  AVERE IL SUO APERTO CONSENSO RELATIVO AL MESSAGGIO STESSO.

TRAINING FISICO A DISTANZA – SENZA MESSAGGIO (HSZSN + CKR)

–     Sedersi sulla punta di  una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella postura della meditazione.

–    Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con l’energia Reiki.

–    Visualizzare la persona davanti a noi ed immaginare il suo volto ingrandito tracciando su di  esso HSZSN ripetendo mentalmente il nome del simbolo per tre volte.

–     Tracciare sopra HSZSN il simbolo CKR ripetendo mentalmente il suo nome per tre volte per  rafforzare la sua azione.

–     Pensare per tre volte, ripetendolo mentalmente, al nome e cognome della persona da trattare per stabilire il contatto astrale con lei.

–     Posare idealmente le nostre mani sul suo volto per circa 2 minuti, idem per le orecchie; se volete potete visualizzare idealmente ogni posizione prevista per il training di persona e starvici circa 2 minuti per posizione; oppure potete visualizzare la persona rimpicciolita fra le vostre mani in modo che possa essere trattata in una volta per intero e starvici circa 15 minuti o volendo anche di più.

–     Se la persona visualizzata sparisse o quando avete terminato, chiudere il contatto strofinando le nostre mani fra loro e soffiandoci sopra.

N.B.: E’ CONSIGLIABILE NON TRATTARE MAI UNA PERSONA DURANTE UN TRATTAMENTO CHIRURGICO; PER TUTTI I TRAINING MENTALI E A DISTANZA, DOBBIAMO AVERE UN APERTO CONSENSO DELLA PERSONA DA TRATTARE NONCHE’ FISSARE CON LEI L’ORA ESATTA DI INIZIO TRAINING, DI MODO CHE SI PREPARI A RICEVERLO SDRAIATA COMODAMENTE

TRAINING FISICO A DISTANZA – CON MESSAGGIO (HSZSN + SHK + CKR)

–     Sedersi sulla punta di  una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella postura della meditazione.

–    Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con l’energia.

–    Visualizzare la persona davanti a noi ed immaginare il suo volto ingrandito tracciando su di esso HSZSN ripetendo mentalmente il nome del simbolo per tre volte; tracciare sopra HSZSN il  simbolo CKR ripetendo mentalmente il suo nome per tre volte per rafforzare la sua azione; pensare per tre volte, ripetendolo mentalmente, al nome e cognome della persona da trattare per stabilire il contatto astrale con lei.

–     Posare idealmente le nostre mani sul suo volto per circa 2 minuti, idem per le orecchie.

–     Ora poniamo idealmente la nostra mano sinistra sull’occipite della persona e la mano destra traccia sulla sua sommità del capo SHK ripetendo mentalmente il suo nome tre volte, dopo tracciamo CKR ripetendo il nome tre volte e apponiamo la nostra mano destra sulla fronte.

–     Ripetiamo il nome e cognome mentalmente  della persona trattata per stabilire il contatto; d’ora in poi tutto ciò che pensiamo andrà ad influenzarla a livello inconscio.

–     A questo punto, formulare mentalmente il messaggio da inviare alla persona per tre volte; dopo se volete potete visualizzare idealmente ogni posizione prevista per il training di persona e starvici  circa 2 minuti per posizione; oppure potete visualizzare la persona rimpicciolita fra le vostre  mani in modo che possa essere trattata in una volta per intero e starvici quanto basta.

–     Se la persona visualizzata sparisse o quando avete terminato, chiudere il contatto strofinando le nostre mani fra loro e soffiandoci sopra.

TRATTAMENTO PER SITUAZIONI (HSZSN + CKR)

–     Sedersi sulla punta di  una sedia a schiena dritta senza appoggiarla sullo schienale nella postura della meditazione

–    Quando siamo pronti, effettuare la centratura del cuore per stabilire il contatto con l’energia

–     Tracciare il simbolo HSZSN e ripetere mentalmente il nome tre volte; tracciare su di esso il  simbolo CKR e ripetere mentalmente il nome per tre volte.

–     A questo punto se potete, visualizzatevi nella vostra o altrui situazione e successivamente se volete potete inviarvici sopra diversi CKR per rafforzare la vostra volontà d’azione, ricordando ogni volta di ripetere il nome del simbolo per tre volte, citandone prima mentalmente l’oggetto  per es.:

–     ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) ESAME DI ………..

–     ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) RAPPORTO CON ………….

–     ENERGIA PER TALE PERSONA DEFUNTA

–     ENERGIA PER IL MIO (O ALTRUI) LAVORO

–     ENERGIA PER LA MIA (O ALTRUI) SITUAZIONE FINANZIARIA

–     ENERGIA PER LA MIA (O ALTRUI) SITUAZIONE SENTIMENTALE

–     ENERGIA PER UNA SITUAZIONE PASSATA NON RISOLTA EMOTIVAMENTE

–    Rimanete poi concentrati sulla vostra situazione visualizzandola continuamente per un certo tempo e se volete, potete continuare anche ad inviarci sopra i simboli che a vostra scelta saranno relativi alla vostra situazione in questione, ricordando di ripetere mentalmente per tre volte il loro nome per ciascuno aggiungendo sempre ad ognuno CKR.

CONDIZIONI GENERALI PER IMPOSTARE CORRETTAMENTE UN QUALSIASI TRAINING DI SECONDO GRADO

Per mezzo di ogni pensiero concisamente formulato e per mezzo della visualizzazione, tracciando mentre siete concentrati su di essi i simboli scelti a vostra discrezione e legati al problema da trattare, potete personalizzare tutti i vostri training e autotraining, fisici, mentali e a distanza  permessi dal secondo grado, aiutandovi a concretizzare i vostri propositi più nobili e sinceri per la vostra evoluzione e per il bene di chi vi circonda, avviando e accelerando notevolmente ogni  realizzazione.

Tutto ciò ci apre ad infinite possibilità di scelta su come iniziare ad operare su di un dato problema, e quindi è di basilare importanza porsi come prima cosa un obiettivo ultimo da raggiungere e per un certo tempo lavorare intorno ad esso nel miglior modo e sempre più mirato possibile; i tempi di esecuzione di un qualsiasi training può non superare la mezz’ora al giorno per  problema e per persona.

Come mio consiglio, occorre col tempo individuare a grandi linee, fino a che punto possiamo interagire con i nostri obiettivi per mezzo del Reiki, qualunque essi siano, impostandoci un piano di lavoro graduale e realizzabile, il che sarà dato anche dalla nostra iniziale predisposizione naturale e di apertura nei confronti dell’energia Reiki e dell’armonizzazione; comunque per tutti, i risultati saranno grandiosi e non tarderanno a concretizzarsi, sempre nella misura in cui ci si dedica a questa disciplina in termini di tempo ed impegno.

Ora sta alla sensibilità ed esperienza di ognuno fatta nel tempo, una volta fatto proprio ogni dettaglio appreso nel seminario di secondo grado oltre alla presente dispensa dando importanza alla comprensione profonda del significato di ciascun simbolo, ad agire come, quando e perché ricorrere a questo potentissimo strumento per la propria autorealizzazione personale ed interiore, ricordando che IL REIKI E’ INTELLIGENTE E SA AGIRE DOVE C’E’ BISOGNO, inoltre: ogni volta che si inizia un qualsiasi training, ricordarsi di eseguire la centratura del cuore per stabilire il contatto con l’energia Universale;i simboli vanno immaginati di luce dorata od opalescente, usando un raggio di luce per tracciarli; quando eseguiamo un qualsiasi training mentale e/o a distanza, dobbiamo assolutamente avere il consenso della persona che lo riceverà per non violare il suo libero arbitrio e per non incorrere a spiacevoli incidenti energetici;  è opportuno per i training a distanza accordarsi sul momento in cui verrà effettuato che potrà essere programmato in base alle esigenze della persona che lo riceverà;tutti i training mentali e/o a distanza vanno effettuati almeno per 4 giorni consecutivi e la frequenza successiva si stabilirà a seconda della gravità del problema in questione (in genere consiglio come base 21 giorni consecutivi);se dovessimo addormentarci durante un training a distanza, ricordarsi di interrompere assolutamente il contatto appena svegli strofinando le mani tra loro soffiandoci sopra;per i trattamenti mentali è importante formulare un messaggio breve e conciso e dev’essere affermativo, positivo, presente;non effettuare mai alcun training a persone che stanno subendo un intervento chirurgico; All’inizio e alla fine di ogni training, lavarsi bene le mani con acqua fredda.

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA DEI TEMI TRATTATI

R E I K I

– Titolo: IL LIBRO DEL REIKI

autore: Diane Stein edizioni: Armenia

– Titolo: REIKI 2° GRADO L’ENERGIA VITALE CHE E’ DENTRO DI NOI

autore: A. Luijerink  edizioni: Hermes

– Titolo: GUARIRE CON IL REIKI

autore: B. Muller – H.H. Gunter edizioni: Mediterranee

LA  MENTE

– Titolo: VISUALIZZAZIONE POSITIVA

autore: G.Dalla Via edizioni: Red

– Titolo: INFLUENZA A DISTANZA

autore: Giuseppe Gangi edizione: Mediterranee

– Titolo: AUTOGUARIGIONE

autore: Roger Jahnke edizioni: Armenia

– Titolo: IL POTERE DELLA MENTE

autore: Milan Ryzl edizioni: Mediterranee

– Titolo: LA MENTE E L’INFINITO

autore: Rudy Rucker edizioni: Franco Muzzio

V A R I E

– Titolo: I MAESTRI DI SAGGEZZA

autore: J.G. Bennett edizioni: Mediterranee

– Titolo: SPIRITI GUIDA

autore: Iris Belhayes edizioni: Armenia

– Titolo: LE LEGGI KARMICHE

autore: Douglas Baker edizioni: Crisalide

– Titolo: AUTOBIOGRAFIA DI UNO YOGI

autore: Paramahansa Yogananda edizioni: Astrolabio

IL SAPERE – un varco verso la conoscenza

PulsanteLibriConsigliati

 

VISITA ANCHE IL SITO UFFICIALE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

 
Roby La Fenice
About

Morire e rinascere.. Sentirlo prima e preparare la propria pira funebre e al tramonto, rivolta verso il sole calante con le ali aperte, dare fuoco alla pira, lasciandosi consumare dalle fiamme... per poi rinascere dalle proprie ceneri..

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »