Sunday, 16/12/2018 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

L’Indispensabilità del Ringraziamento e del Rispetto alle Entità e gli Spiriti

L’Indispensabilità del Ringraziamento e del Rispetto alle Entità e gli Spiriti

Post by relatedRelated post

Déi, Demoni, Angeli e qualsiasi altra entità non sono qui per noi. Fare qualsiasi cosa gli costa energia e, qualora la dovessero terminare, smetterebbero di esistere poiché nel mondo astrale se si rimane senza energia si muore. Quindi, prima di chiedere qualsiasi cosa a qualsiasi essere del mondo spirituale pensateci bene. Ponetevi alcune domande come ad esempio:

Posso farlo da solo?
È davvero necessario interpellare un secondo individuo?

Molti maghi e molte streghe sono convinti che essere tali significa evocare qualche entità e chiedere aiuto a loro. O pregare e così onorare qualche divinità.
Evocare è come telefonare ad una persona, che questa può decidere se rispondere o meno soprattutto perché, in questo caso, chi spende il credito è il ricevente della chiamata. L’entità che decidere di rispondere all’evocazione utilizza la propria energia per manifestarsi a noi.
Ed essere mago o strega significa utilizzare le proprie energie per manipolare gli eventi. Non di certo chiedere favori che, magari, non si è nemmeno in grado di ripagare.

Aggiungo questo paragrafo perché so che molti Satanisti leggono i miei articoli.
Essere Satanista significa evolversi e puntare a migliorare se stessi. Significa che, con il tempo, lo studio e la pratica, mano a mano che si avanza con il percorso si praticano i rituali in autonomia senza evocare nessuno. Nel caso di necessità non dovrebbe essere necessario evocare il proprio guardiano, ma parlarci usando la chiaroudienza, o telepatia. Addirittura, con il tempo ogni oggetto rituale (Athame, campana ecc…) vanno totalmente eliminati, fino ad usare semplicemente la visualizzazione o addirittura compierli in astrale.

È anche vero che alcune entità, come i Goetici per i nuovi adepti, forniscono il loro aiuto fin che i maghi non sono in grado di arrangiarsi con le proprie energie. In questo caso le cose fondamentali sono due: il rispetto e il ringraziamento.
Smettono di fornire il loro aiuto nel momento in cui l’adepto non si impegna a modo per avanzare nel percorso spirituale così da raggiungere la propria autonomia.

Il rispetto è necessario perché sono entità molto, molto più potenti di noi. Talmente potenti che non compiono rituali perché gli basta il pensiero per manipolare gli eventi e le energie. Loro esistono da sempre, o comunque da molto prima della nascita degli esseri umani. Secondo delle teorie alcuni di loro, provenienti dalla quarta e la quinta dimensione, hanno creato la specie umana. (Vi invito a studiare la mitologia Sumer, una soluzione economica è il libro “I Miti di Sumer“, completo ed istruttivo).
Il rispetto non è il “leccare il fondo schiena”, anche perché a loro questo non piace. Il rispetto è trattarli come maestri e amici; compagni di viaggio e consiglieri.
Ringraziarli per ciò che fanno per noi, o quello che eventualmente faranno, è una cosa molto apprezzata da parte loro. Una delle cose più semplici è accendere una candela del colore dell’entità e dire qualcosa del tipo: “Questo è un omaggio per te, XXX” e pronunciate il nome al posto delle tre X, oppure: “Offro questa candela nel tuo nome, XXX, per ringraziarti”. Io inoltre incido nella cera il sigillo dell’entità a cui è destinata.
Un altro modo per ringraziare è accendere un incenso; i profumi sono la prima cosa che giunge nella dimensione astrale, seguiti dai suoni. Anche offrire del cibo è una buona idea, sempre però tenendo conto delle preferenze dell’entità.
Altra cosa molto, molto gradita è sicuramente l’invio dell’energia. Potete visualizzare dell’energia, vi consiglio bianco brillante, che esce da voi e che si dirige verso chi volete ringraziare. Oppure create una sfera di energia, come per creare una forma pensiero, e poi evocare o chiamare l’entità a cui è diretta, chiedendogli di venire a prenderla e che è un omaggio o un ringraziamento da parte vostra.
Può capitare che alcuni spiriti, come Demoni o Angeli, sono molto indaffarati e sono costretti a inviare dei subordinati al loro posto. Non vi preoccupate se ciò accade: non possono essere ovunque ma gli omaggi arrivano ugualmente a destinazione e vengono comunque graditi.

Testo di: Dèvera Blackmind
Preso dal libro: Vademecum Esoterico

 

PulsanteLibriConsigliati

Dèvera Blackmind alias Eleonora Zaupa
About

Eleonora Zaupa, in arte Dèvera Blackmind, è un'Esoterista, Occultista, Reikista e Starseed. Studiosa di mitologia, pratiche spirituali e psicologia. Nata a Vicenza nel 1994, ha frequentato il liceo artistico, un corso di fumetto a Vicenza e uno di scrittura Creativa a Salerno che l'ha iniziata alla sua carriera di scrittrice con il racconto "Meridia" nel libro "Attimi di Futuro". Nel 2014 ha frequentato un corso di psicologia "Apprendimento Rapido". In seguito ha pubblicato un libro di genere fantasy. Nello stesso anno ha frequentato il corso di psicologia "Apprendimento rapido". Nel 2017 ha pubblicato "The Vampire's Shadow" con Lettere Animate. Nel 2018 con "Anguana Edizioni" ha pubblicato "Vademecum Esoterico", trovabile anche in libreria. Sempre nel 2018, ha anche pubblicato "Infernal - Gli Eredi Del Male". Nello stesso anno ha vinto il concorso "Racconti dal Veneto". Mai in stasi, non appena scova un nuovo argomento che le suscita interesse, che sia nella storia dell'umanità, spiritualismo, mitologia, antiche leggende o altro, dedica se stessa alla ricerca di informazioni che la possono arricchire culturalmente e spiritualmente. Libro "Vademecum Esoterico": https://www.amazon.it/Vademecum-esoterico-D%C3%A8vera-Blackmind/dp/8897621961/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1524045783&sr=8-1&keywords=vademecum+esoterico Sito Web: www.daemonia.ga Per contattarla: devera@reborn.com

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »