Monday, 20/5/2019 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

La Meditazione ha a che fare con la Morale o con il Peccato ?

La Meditazione ha a che fare con la Morale o con il Peccato ?

Post by relatedRelated post

La parola inglese “sin” [peccato] è molto significativa

non nel modo in cui la interpretano i cristiani, non per come la definiscono i vocabolari, perché questi sono stati influenzati dalle religioni, ma in base alla sua etimologia: la parola “sin” vuol dire semplicemente dimenticare. Questo significato dà una dimensione completamente nuova alla parola – una sua bellezza. Non è qualcosa per cui devi finire all’inferno. È qualcosa che puoi riuscire a fare. Non riguarda un’azione in particolare; riguarda la tua consapevolezza.

Essere consapevoli significa essere virtuosi e rimanere nell’inconsapevolezza è l’unico peccato. Puoi fare cose buone senza alcuna consapevolezza, ma quelle cose buone non saranno più buone, perché sono nate dall’oscurità, dall’inconsapevolezza, dalla cecità. Una persona piena di consapevolezza, sveglia, non può fare nulla di male. È una cosa intrinsecamente impossibile.

La consapevolezza porta una tale chiarezza, una tale capacità di percezione, una tale comprensione che è impossibile compiere un atto che può fare del male a qualcuno. È impossibile interferire con la libertà di qualcuno o con la sua vita. Puoi solo essere una benedizione per l’esistenza, nient’altro. Quindi dimenticarsi di essere un ricercatore è pericoloso: vuol dire cadere nel peccato. Questo è l’unico peccato che io riconosco come tale.

Osho: Sat Chit Anand, #26

PulsanteLibriConsigliati

admin
About

Con mente Chiara e Luminosa affronta audace il tuo Destino, senza indugio percorri la Via che conduce alla Conoscenza. Con Cuore Puro e Volontà di ferro, niente e nessuno ti può fermare. Per te ogni cosa diventa possibile.

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »