Thursday, 5/12/2019 UTC+2
IL SAPERE

La Fratellanza del Serpente

La Fratellanza del Serpente

Post by relatedRelated post

La Fratellanza del Serpente

Le piramidi servivano per diversi scopi. Uno di questi erano le iniziazioni ed i riti cerimoniali, sia per gli umani che per i lavori magici degli Dei. Molti geroglifici dipingono gli Dei intenti a far girare i propri chakra con strumenti simili ad una barra. Satana diede all’umanità questi centri energetici, ossia i chakra, conosciuti come il soffio della vita, inseriti in noi dal soffio degli Dei (Padre Satana).
I chakra principali sono sette, più molti altri minori. Un dipinto murale sul muro di Abu Simbel dipinge Horus mentre tiene un’asta tesa verso il retro della testa di Osiride, nel punto dove si trova l’entrata principale dell’ottavo chakra (sopra la corona della testa). Il gancio viene mosso su e giù per “registrare” il chakra. Osiride è in piedi ed ha un’erezione. L’energia sessuale è una componente principale nel rito della resurrezione e dell’immortalità. Il kundalini è sessuale: l’energia vitale. L’energia sessuale sale e scende lungo la spina dorsale durante il processo di “registrazione”. L’ “Ankh” Egiziano (la croce ansata) simbolizza la vita eterna ed è collegato direttamente al respiro. L’Ankh è anche legato all’energia sessuale.
uno degli insegnamenti chiave era il superamento della paura. solo quando ognuno supera tutte le paure personali può accedere ad un livello superiore. la paura è l’emozione principale che non permette di avanzare spiritualmente. le paure devono essere superate in terra.
Per raggiungere questo scopo, gli Egiziani costruirono appositi templi lungo il Nilo. Se ne contano 12 che, insieme alla grande piramide, in totale fa 13. E 1+3 = 4.
Tutti i versi nella bibbia Cristiana che si riferiscono a Satana e ai suoi Demoni, secondo alcune operazioni matematiche, danno sempre 13 come risultato. E il quattro era il numero originale di Satana. Il tempio di Kom Ombo rappresenta il secondo chakra, ed è dedicato alla polarità/dualismo; indica la base della sessualità, e c’erano due Dei che erano associati ad esso: Sobek, il Dio Coccodrillo, e Horus.
gli antichi egizi ricreavano in tali templi esperienze che avrebbero spinto i principianti oltre le loro paure, per diventare forti e competenti nello sperimentare cose sconosciute.
C’era una fossa piena d’acqua e di coccodrilli. Il principiante, con solo un respiro, doveva tuffarsi sott’acqua senza sapere cosa aspettarsi e la prova consisteva nell’emergere dall’acqua in un punto differente da dove si fosse immerso. I principianti non sapevano che i coccodrilli erano stati nutriti e saziati in precedenza. Dovevano rimanere calmi e controllati per poter attraversare le acque.
Il sarcofago nella camera del Re era usato dagli adepti per una delle loro ultime prove. Le piramidi erano costruite esattamente lungo precise linee energetiche terrestri, conosciute come “ley lines” o “linee sincroniche”, che erano usate dagli Dei nei loro rituali. Sotto la grande piramide c’è la Sala di Amenti, il cuore della Terra. Gli adepti dovevano stare nel sarcofago nella posizione corretta, in maniera che un potente raggio potesse attraversare il loro chakra del terzo occhio. L’adepto avrebbe dovuto quindi iniziare una specifica meditazione, e tale esperienza era talmente piacevole che alcuni non tornarono mai. Parte dell’iniziazione consisteva nel condizionare lo “studente” a ricordarsi di rientrare nel proprio corpo dopo questa esperienza. L’iniziazione ultima si teneva anch’essa nella stanza del Re. Questa cerimonia di 4-5 minuti si svolgeva al centro della stanza. Veniva disegnato un Ankh sul terzo occhio del praticante.
Satana creò la Fratellanza del Serpente per gli esseri umani, affinché fossero in grado di avanzare a livelli spirituali superiori.
Gli Dei erano gli insegnanti. La maggior parte di loro oggi sono conosciuti come Demoni.
Alcuni Dei, come Thot e Iside/Isis, finirono anch’essi per essere etichettati come Demoni. Isis è in realtà Astaroth, ma non molti lo sanno. Essi aiutarono gli uomini, ed insegnarono molte cose all’umanità.

riferimenti:
The Gods of Eden di William Bramley 1990 pagine 53-54
The Ancient Secret of the Flower of Life di Drunvalo Melchizedek Volume 2, pagine 262-268
The Illustrated Egyptian Book of the Dead: a New Translation with commentary di Ramses Seleem, 2001

Fonte: itajos.com

PulsanteLibriConsigliati

 

VISITA ANCHE IL SITO UFFICIALE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

 
Roby La Fenice
About

Morire e rinascere.. Sentirlo prima e preparare la propria pira funebre e al tramonto, rivolta verso il sole calante con le ali aperte, dare fuoco alla pira, lasciandosi consumare dalle fiamme... per poi rinascere dalle proprie ceneri..

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »