Sunday, 16/6/2019 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

La Crisi

La Crisi

Post by relatedRelated post

Perché c’è la crisi? crisi di che cosa?

Di beni, di prodotti, di materie prime oppure.?

di denaro, banconote e quindi di pezzi di carta?!

Ci viene raccontato che all’origine di questa crisi ci fu, nel 2008, la bancarotta di una delle super banche americane (una di quelle definite troppo grandi per fallire) per motivi principalmente legati a speculazioni in borsa sui mutui che venivano erogati, e da qui la reazione a catena di tutto un sistema economico/finanziario marcio e artificiale, slegato quasi totalmente dalla realtà, che invece di crollare definitivamente venne e viene ancora tenuto in vita sulle spalle dei cittadini che danno adito e fiducia ai governi e a tutto il sistema che li gestisce e manovra.

Perciò sono 10 anni che il mondo occidentale del XXI secolo annaspa e vive in una situazione di continua precarietà, rintontito di parole e spiegazioni che se venissero approfondite rivelerebbero la loro natura fraudolenta e menzognera.

Invece che vivere nella totale abbondanza pacifica in tutto il mondo, con macchine e robot che svolgono ogni tipo di lavoro manuale e gli uomini che si godono la vita dedicando una piccola parte del proprio tempo alla comunità (in modo e con l’unico scopo di mantenere questo stato di esistenza paradisiaca) viviamo nel totale sconforto e abnegazione di noi stessi, rinchiusi e isolati nelle nostre case/prigioni, comunicando e vivendo quasi esclusivamente tramite dispositivi, e silenziosamente obbligati a sgobbare come uno schiavo d’altri tempi, con scopi e missioni assegnati di una totale inutilità ai fini di una vita comunitaria vera e in armonia con il pianeta e l’esistenza.

Ci siamo mai domandati per quale motivo gran parte del mondo lavora? A cosa servono i comuni lavori? Per cosa sta lavorando l’umanità? Se un individuo di un altro pianeta dovesse fare un resoconto dopo una lunga e approfondita analisi degli scopi che in questo mondo vengono perseguiti e dei risultati che sono stati raggiunti, cosa dovrebbe dire? Tu cosa gli diresti se ti domandasse quale obbiettivo l’umanità del pianeta terra si è prefissata e per cosa sta lavorando?!

L’unica possibile risposta, se si fosse abbastanza informati e sopratutto umili, sarebbe:

L’autodistruzione del genere umano e del pianeta che lo ospita

Per questo si lavora, si pagano le tasse, esistono i governi con le loro polizie e i loro eserciti, sempre pronti a dichiarare guerra per motivi umanitari.. infatti abbiamo sufficienti bombe atomiche per distruggere il pianeta centinaia di volte, una fetta enorme dell’umanità soffre addirittura la fame e la restante parte vive in condizioni disumane, e parlo anche di chi abita in attici super lussuosi!

Qualcuno ha idea di cosa sia la Vita Vera?

In pochissimi, e per questo continuiamo a lavorare e per questo la crisi economica ci viene imposta, mentre gettiamo nell’immondizia quantità spropositate di cibo e produciamo armamenti per una continua guerra possibile, investendo la maggior parte delle energie e dei soldi a disposizione per questo scopo belligerante verso sempre nuovi nemici.

Che follia direbbe un visitatore esterno, o un semplice individuo che si desta dal torpore e dalla nebbia che sembra avvolgere quasi ogni essere umano di questi tempi.

Ed ecco la crisi è servita, per aumentare la pressione sul popolo, per continuare a mantenergli la testa bassa per non farlo accorgere della totale menzogna nella quale è immerso, per distrarlo da un mondo sottile che sta ribollendo e eruttando, determinando un aumento enorme nella consapevolezza generale.

La crisi.. ma crisi di cosa continua a domandarsi retoricamente l’alieno…

Beh la crisi è fondamentalmente di coscienza, l’uomo medio è totalmente perso, non ha più riferimenti spirituali ne morali, dunque è un soggetto totalmente gestibile da altri, pochi e malati (spiritualmente parlando) che tengono le redini dell’umanità.

C’è chi dice no fortunatamente e inizia a cercare dentro di se e di conseguenza trova fuori aiuti, informazioni e conoscenze che possono permettergli di uscire dall’illusione e di unirsi alla “rivolta di coscienza”, unico modo possibile per ribaltare l’ordine delle cose e per uscire dalla gabbia.

Studiare è l’unico modo possibile per salvarsi. Le giuste informazioni si potranno percepire e trovare quando saremo gradualmente sempre più sintonizzati sulle frequenze della Vita e dell’Esistenza. Andiamo incontro la natura, viviamo relazioni vere, impariamo ad amare e ogni cosa inizierà a divenire migliore, e gradualmente troveremo anche gli strumenti adatti a noi e a tutte le necessità che incontreremo…

Usciamo da questa crisi avanti!

PulsanteLibriConsigliati

drasaa259
About

Figlio del tempo, padrone di se stesso

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »