Wednesday, 21/8/2019 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

Ho’oponopono e Ho’oponopono Occidentale

Ho’oponopono e Ho’oponopono Occidentale

Post by relatedRelated post

Ho-oponopono letteralmente significa “percependo la perfezione miglioro la realtà” ed è la consapevolezza che tutto è perfetto e l’applicazione materiale quotidiana di questa consapevolezza.

Ho’oponopono è la consapevolezza che tutto é Uno, che l’Uno è Amore perciò che Tutto è Amore che evolve in direzione di se stesso. Dunque Ho’oponopono è la consapevolezza che tutto è perfetto ed è allo stesso tempo l’applicazione materiale quotidiana di questa consapevolezza. Tutto è Uno, l’Uno è Amore, Tutto è Amore che evolve in direzione di se stesso regolato dal meccanismo della legge di causa ed effetto in questo piano di coscenza che è  questa realtà incarnata in cui noi esseri umani stiamo facendo esperienza. Questa è la base imprescindibile. Se non sappiamo che qusto è vero… tutto il resto apparirà come un castello di carte privo di fondamenta. Se invece partiamo dalla verità di questo presupposto (e possiamo facendo esperienza, trovarne le prove ovunque e continuamente) tutto il resto è un ragionamento logico e consequenziale, inattaccabile.

Ho’oponopono occidentale” è una versione di “Ho’oponopono” estremamate rispoettosa e fedele delle origini dell’Ho’oponopono stesso e che ha la sua ragione di essere nel fatto (storico) che  un “Ho’oponopono” assoluto non esiste. “Ho’oponopono” in generale è un approccio alla vita e “Ho’oponopono occidentale” è lo stesso identico approccio alla vita, visto dalla prospettiva della nostra cultura.

Ho’oponopono ci è giunto da una cultura completamente diversa dalla nostra che per svariati motivi facciamo fatica a fare nostra. Uno studente cinese e uno studente italiano che guardino contemporaneamente lo stesso dipinto di un ritratto, vedranno cose diverse. Questo non significa che un modo di guardare sia corretto e uno sia sbagliato o uno sia migliore e l’altro sia peggiore. Significa solamente che sono due modalità di approccio diverse. Questo perché tutti noi siamo profondamente diversi gli uni dagli altri, anche da un punto di vista culturale, in relazione al tipo di società nella quale siamo nati e cresciuti. E proprio in questa diversità sta una delle maggiori ricchezze dell’umanità.

Tutti i condizionamenti come l’educazione, i genitori, la scuola, gli insegnanti, i libri, la televisione, i giornali, sono quello che determina la cultura. Quando noi ci descriviamo, per presentarci a qualcuno tendiamo a farlo mettendo in luce le nostre caratteristiche da un punto di vista negativo. Tendenzialmente ci è più facile descrivere ciò che non siamo, quello che non riusciamo a fare, piuttosto che ciò che siamo e i bei risultati che siamo in grado di ottenere. Anche quando mettiamo in luce i nostri talenti generalmente c’è sempre un però, c’è sempre qualcosa che offusca la nostra luce. Questo modo di porci è anch’esso un retaggio culturale, una modalità sociale diffusa. Non siamo abituati a guardarci e quindi non siamo capaci di vederci dalla prospettiva più ampia. Molto spesso ciò che personalmente vediamo come difetti, caratteristiche negative, ad un rapido cambio di punto di vista appaiono come belle qualità o almeno potenzialità di crescita e di evoluzione. Ma il più delle volte non ce ne rendiamo conto e continuiamo a vederci piccoli, brutti e neri. E chi non lo fa, tendenzialmente viene etichettato come presuntuoso, superbo e narcisista dall’opinione comune. Semplicemente perché culturalmente non siamo abituati a vederci candidi e splendenti.

 Ecco perchè mi sono persuasa dell’importanza di vedere anche Ho’oponopono dalla prospettiva della nostra cultura.

Le risposte sono andata a cercarmele autonomamente, ma nel farlo mi sono chiesta se come mi sono trovata io in questa situazione di incompletezza, forse poteva essere che qualche mio “concittadino” subisse la stessa frustrazione. Le risposte le ho cercate unicamente per me stessa! Ma una volta trovate o almeno una volta trovate alcune di esse, ho sentito il desiderio di condividerle. Perciò, una volta sintetizzato tutto questo percorso, ho voluto metterlo a disposizione di chi come me aveva bisogno di capire, di comprendere.

Ho’oponopono occidentale deriva dalla filosofia hawaiana ed è un modo di essere dotato, tra le altre cose, di uno strumento semplicissimo che è la ripetizione costante delle parole “scusa, grazie, ti amo” il cui uso può permetterci un po’ alla volta di ricominciare a percepire la perfezione dell’Universo!

 

2dca2ae33c0ee539c2b24d72ad247740

Il mantra è solo la punta dell’iceberg… è uno strumento! Utile certamente, efficace certamente, importante certamente, ma può risultare anche uno strumento lento se non ci associamo l’atteggiamento mentale… se non cambiamo dentro. In ogni caso anche lentamente la ripetizione costante del mantra è il primo passo verso il cambiamento di atteggiamento. L’unica spinta davvero utile è quella che io posso dare a me stessa… quelle degli altri saranno solo palliativi finché non sarò io a decidere di cambiare atteggiamento, smettendo di vedere il brutto nelle cose che invece sono belle … qualsiasi esse siano!

Tutto è Uno e l’Uno è Amore, perciò l’Amore è l’essenza di ogni cosa, la bellezza dell’Amore è presente in ogni cosa anche se noi non la vediamo.

Tutto quello che accade, accade sempre per un motivo ottimo oltre qualunque nostra immaginazione… Con Ho’oponopono impariamo a non pensare più a cosa ci ha tolto una determinata situazione, ma invece a cosa ne possiamo sicuramente guadagnare…. Impareremo a concentrarci sulle soluzioni… perché consapevoli che sono quello l’obiettivo per cui i fatti si manifestano. E finalmente impareremo a sapere che sempre la soluzione è  compresa nel problema basta lasciarla venire fuori! Ma finchè ci ostiniamo a vedere nelle situazioni i “problemi” anzichè le soluzioni… sarà davvero dura uscirne!

Ho’oponopono invece ci insegna a chiedere indicazioni all’universo e a stare sereni sempre. Ogni momento sereno che passiamo finalmente ce ne accorgeremo e lo apprezzeremo invece di passarci sopra senza rendercene conto dandolo anzi per scontato. Ogni volta che stiamo bene ringraziamo e con il mantra catalizziamone l’energia, vedremo come si amplificherà!

 Giovanna Garbuio

www.giovannagarbuio.com

giovanna.garbuio@gmail.com

Newsletter: giovannagarbuio.com/giocodiruologiovannagarbuio/

PulsanteLibriConsigliati

 

VISITA ANCHE IL SITO UFFICIALE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

 

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »