Saturday, 19/10/2019 UTC+2
IL SAPERE
IL SAPERE

The Hidden Hand – Seconda Sessione [R]

The Hidden Hand – Seconda Sessione [R]

Post by relatedRelated post

SECONDA SESSIONE

ATS : Cosa ti fa credere che la tua linea di sangue meriti di regnare mentre il resto della umanità sia tenuta a subire il vostro regno? Ricchezza e potere non sono che il risultato di una auto-moltiplicazione, quindi io ritengo che la vostra linea di sangue oggi regni sul mondo solo perché i vostri antenati raggiunsero il potere per caso, nella notte dei tempi, non perché i vostri geni siano speciali. In realtà, non credo vi sia niente di speciale, intelligente o onorevole nello schiavizzare gli altri.

HH : Non si tratta di ‘meritare’ o meno. Il fatto di nascere inglese, americano, italiano, francese o tedesco, e così via, credi sia dovuto ad un qualche merito? Il nostro potere non dipende dal ‘caso’, ma (mi rendo conto che possa essere difficile da digerire) da un disegno intelligente. Noi non abbiamo scelto questo percorso; ci è stato assegnato.

ATS : Chi è il tuo ‘creatore’? E’ uguale al nostro ‘creatore’?

HH : Questa è una domanda eccellente, che ci avvicina al ‘nocciolo.’

Sì e no. È innanzitutto necessario comprendere la Creazione. In principio vi era l’Infinito. Questa è la fonte di tutto. Infinito intelligente. Assoluto indifferenziato. In esso dimora un potenziale illimitato in attesa di ‘divenire’. Pensate ad esso come al ‘blocco grezzo’ della vostra tradizione taoista.

L’Intelligenza Infinita, divenendo ‘consapevole’ di se cerca di fare esperienza, e a quel punto il Creatore ‘nasce’ o si ‘manifesta’ (nella vostra comprensione di terza densità tutto ciò può essere definito ‘spazio’). In effetti il ‘Creatore’ è un punto concentrato di Coscienza Infinita o consapevolezza, che si estrinseca in infinita energia intelligente. Diventando consapevole di se, l’Infinito Creatore cerca di sperimentare se stesso in quanto Creatore, e così facendo avvia il passo successivo nella spirale della creazione. L’Infinito Creatore diventa perciò Intelligenza infinita (che nella vostra comprensione potrebbe definirsi Grande Sole Centrale), per poi suddividersi in piccole porzioni di se che a loro volta cercheranno di fare esperienza come creatori (o Soli Centrali). In altre parole, ogni Sole Centrale (o Creatore) si pone un ‘passo indietro’ rispetto alla consapevolezza cosciente (o distorsione) dal pensiero ‘originale’ della Creazione. Per cui ‘in principio’ non fu “il Verbo”, ma il pensiero. Il Verbo è il pensiero espresso e reso manifesto come Creatore.

C’è Unità. L’Uno è Tutto ciò che c’è. Intelligenza Infinita ed Energia Infinita. Essi sono uno e al loro interno risiede il potenziale per tutta la creazione. Tale stato di coscienza può essere definito come ‘Essere’.

L’Intelligenza Infinita non riconosce il ‘potenziale.’ Non è che assoluto indifferenziato. Ma l’Energia Infinita riconosce il potenziale ‘divenire’ di ogni cosa al fine di portare l’essere in qualsiasi esperienza desiderata.

L’Intelligenza Infinita è assimilabile al centro pulsante della Vita, e l’Infinita Energia al fluido vitale spirituale che viene irrorato dal Creatore per formare la Creazione.

La Creazione si fonda su tre ‘Distorsioni primarie dell’Infinito.’

1 – Libero Arbitrio:
Nella prima legge (o distorsione) della creazione, il Creatore riceve il libero arbitrio di conoscere e sperimentare se stesso come individuo anche se (paradossalmente) egli tenderà a riunificarsi all’Uno.

2 – Amore:

Nella seconda Legge della Creazione, la distorsione iniziale del libero arbitrio diventa un punto focale della coscienza conosciuto come Logos, o ‘Amore’ (o il Verbo, in termini biblici). Amore – o Logos – usando la propria Infinita Energia Intelligente assume il ruolo di co-creatore di una vasta gamma di illusioni fisiche (‘forme pensiero’) o densità (dette anche ‘dimensioni’), in cui assecondando il suo disegno intelligente, si prospetta una gamma di ‘potenziali’ esperienze mediante cui potrà conoscere se stesso. In effetti l’Infinito Creatore scindendosi in Logos potrebbe essere definito nella comprensione della terza densità come ‘Creatore Universale.’ In altre parole Logos crea l’Essere al livello universale. Logos crea universi fisici in cui con il Creatore può fare esperienze di se.
3 – Luce:
Per manifestare tale infinita energia spirituale o ‘forza vitale’ in forma pensiero di densità fisica, Logos crea la terza distorsione: quella della Luce. Dalle tre principali distorsioni originarie dell’Uno sorgono miriadi di gerarchie di sub-distorsioni, ognuna di esse con i propri specifici paradossi. L’obiettivo del gioco è quello di entrare in tali sub-distorsioni della Creazione, e quindi cercare di armonizzare le polarità al fine di riconoscersi come Creatore di esse.
La natura di tutte queste manifestazioni fisiche della energia è la Luce. Quindi, ovunque esista una forma di ‘materia’ fisica esiste la luce, o la divina Energia Intelligente che alberga nel suo Centro.
Ciò che è infinito non può essere ‘diverso’, o ‘moltitudine.’ Un Infinito Creatore conosce solo l’Unità. Così, attingendo all”Intelligenza Infinita’ il Creatore Infinito ha creato un modello basato sul principio finito del libero arbitrio e di sotto-livelli di creazione, che a loro volta sono votati a diventare consapevoli di se stessi, cercando di sperimentare se stessi in quanto creatori. Tale esperimento a scatole cinesi è strutturato a livelli sempre più bassi. Livelli di creazione all’interno di livelli di creazione.
L’Infinito Creatore (Gran Sole Centrale) si scinde in Energia Infinita per diventare Logos. Logos, creando gli Universi e lo spazio, a sua volta si scinde in Logoi (plurale). In altre parole, una matrice di Soli Centrali che a loro volta diventano Logos o ‘co-creatori’ di un loro proprio universo, ognuno annoverante una porzione individualizzata dell’Infinito Creatore, in quanto essenze della Infinita Intelligenza.
Utilizzando la Legge del Libero Arbitrio, ogni Logos (Sole Centrale) progetta e crea una propria versione o prospettiva di ‘realtà fisica’ in cui sperimentare se stesso come Creatore. Scalando ancora, esso focalizza la propria energia intelligente per creare la propria personale forma non manifesta di galassie in se, e si scinde in ulteriori porzioni di co-creatori (‘sub-Logos’ o Soli) che a loro volta progettano e manifestano la loro idea di realtà fisica sotto forma di punti di Consapevolezza Cosciente che definiamo soli, stelle e pianeti.
Un’entità planetaria (o ‘Anima’) inizia il suo percorso dalla prima densità di esperienze, nella quale è incarnata un’altra porzione individualizzata dell’Uno. Proprio come è accaduto con tutti i Logos e Sub Logos scaturiti dalla Creazione, ogni anima è un’altra unica porzione più piccola dell’Infinito. In un primo momento l’energia intelligente di un pianeta versa in uno stato che si potrebbe definire ‘caos’, nel senso che è energia non definita. Quindi il processo ricomincia da capo. L’energia planetaria inizia a prendere coscienza di se (la prima densità della consapevolezza è ‘coscienza’ ), e il Logos planetario (sub-sub-Logos, in effetti) inizia a creare altri passi verso il basso in se stesso in modo tale che incomincia a formarsi l’interno dei componenti del pianeta, così come gli elementi grezzi di aria e fuoco si combinano per agire sull’acqua e sulla terra, mediante la consapevolezza del loro ‘essere.’ Così ha inizio il processo di ‘evoluzione’, formando la seconda densità.
Dopodiché gli esseri di seconda densità cominciano a prendere coscienza di se come ‘separati’, e iniziano ad evolvere verso la terza densità di consapevolezza auto-cosciente (la più bassa densità in cui un’anima umana possa incarnarsi) .
A loro volta gli esseri umani (o le anime incarnate in essi), cercano di ‘ritornare alla Luce’ e all’Amore da cui provengono, intraprendendo un cammino evolutivo dalla terza densità fino all’ottava densità, con il ritorno all’Infinito.
Il discorso circa le densità oltre la ‘normale’ coscienza umana è un’altra questione, perciò se volete saperne di più dovrete pormi una domanda intelligente alla quale io possa rispondere, così da non pregiudicare il vostro libero arbitrio di non sapere.
Ciò detto, posso tornare alla domanda originaria:
ATS : Chi è il tuo ‘creatore’? E’ uguale al nostro ‘creatore’?
HH : Come ho già detto, sì e no. In ultima analisi ogni essere vivente (e tutte le cose viventi) sono state create dall’Infinito Creatore all’atto della Creazione Universale. Quindi sì, da questo punto di vista l’Infinito Creatore concentra la propria ‘Intelligenza Infinita’ in un punto di Infinita Energia Consapevole, e da ciò discende tutta la creazione in essere. Tuttavia non siamo creati direttamente dall’Infinito Creatore, ma dai nostri propri Logos, Sub-Logos, e sub-sub-Logos … e così via. Quindi, in tale ottica, mentre tutti noi siamo essenzialmente ‘costituiti’ dalla stessa ‘roba’ del Creato, i nostri diretti Creatori sono diverse porzioni o Sub-Logos dell’Uno. In altre parole il nostro Creatore, sebbene proveniente dalla stessa fonte, non è il vostro Creatore.
Il che mi riporta ad una domanda formulata da un altro utente (in seguito proseguirò a rispondere ad altre vostre domande, ma ciò mi consente di rispondere indirettamente al primo aspetto della tua domanda senza doverti chiedere di riformularla, e senza incorrere nelle problematiche legate alla questione del libero arbitrio).
ATS : Affermi di discendere da 13 linee di sangue originali. Eppure la mappatura del DNA ha dimostrato chiaramente che l’intera umanità discende da appena 3 linee di sangue. Vorrebbe dire che non sei umano?
HH : Domanda eccellente, di cui ti ringrazio. Sì, è corretto, in un certo senso. Se mi doveste incrociare per strada vi sembrerei umano come tutti voi. Siamo stati incarnati qui per generazioni, tuttavia le nostre linee di sangue non sono originarie di questo pianeta.
ATS : La tua risposta riguardante le 6 discipline di apprendimento ricorda molto quanto affermato in un libro che si suppone provenisse da Atlantide. Anche allora vi furono momenti in cui la vostra linea di sangue fu autorizzata a fornire delle risposte?
HH : E’ corretto, nuovamente, in un certo senso. Altre entità estranee a questo mondo visitarono il pianeta in quel momento e tramandarono le loro concezioni della creazione e la loro ‘tecnologia’. Fu la gestione impropria di tali informazioni che condusse alla distruzione di Atlantide.
Avendo risposto ad una domanda sulla provenienza della nostra stirpe, posso ora ricollegarmi alla spiegazione di ‘chi sia il nostro Creatore.’ Rispondendo a questa domanda mi spingerò al limite estremo delle mie facoltà, ma il discorso è stato impostato piuttosto direttamente, quindi dovrei essere in grado di farla franca senza incorrere in alcun personale ‘dispiacere.’
Cerchiamo di arrivare al nocciolo della questione.
Il tuo Creatore, colui che è chiamato ‘Yahweh’, non è ‘Dio’ nel senso inteso dalla Bibbia, che si riferisce a lui come “l’unico vero Dio.” Egli è un Creatore (o sub-sub-Logos), e non Il Creatore. Non è neanche un Logos di livello galattico, ma piuttosto è il Logos di questo unico pianeta.
Il nostro Creatore è colui il quale è definito ‘Lucifero’, ‘Portatore di luce’ e ‘Brillante Stella del mattino.’
Il nostro Creatore non è ‘il diavolo’ come fu falsamente raffigurato nella vostra Bibbia. Lucifero è ciò che si potrebbe definire: ‘gruppo di anime’ o ‘complesso di memoria collettiva’, che si è evoluto a livello della sesta densità, il che in effetti significa che lui (o più precisamente ‘noi’) si è evoluto ad un livello sufficiente da raggiungere uno status uguale o forse ‘maggiore’ rispetto a quello di Yahweh. In apparenza, se si dovesse contemplare una più piena espressione del nostro essere Lucifero, l’aspetto sarebbe quello di un sole o una Stella Splendente. Oppure, nella terza densità di vibrazioni, ci apparirebbe come quello che potremmo definire un ‘angelo’ o ‘essere di luce.’
Permettetemi di chiarire:
Quando un’entità (gruppo di anime) si evolve fino al nostro livello di densità, giungere all’ottava e ultima densità – riunendosi allo Infinito Creatore e tornando a dissolversi nella Sorgente di infinita Intelligenza del Tutto – diventa un passo semplice rispetto alla quantità di tempo trascorsa per giungere fino alla sesta densità.
Noi (le nostre linee di sangue), in quanto gruppo animico o complesso di memoria collettiva (Lucifero), siamo stati sul punto di ascendere alla settima densità, sebbene una volta giunti a questo livello, prima che avvenisse il raccolto ci è stata concessa la possibilità di scegliere se continuare nella nostra evoluzione oppure tornare ad  aiutare gli esseri di densità inferiori nella loro evoluzione, tramandando la nostra conoscenza e saggezza (Luce), a coloro i quali richiedano la nostra assistenza di loro spontanea volontà.
Attualmente, avendo deciso di rimanere per aiutare i nostri fratelli galattici nella Legge dell’Uno, ci è stato assegnato un compito impegnativo da parte del Consiglio degli Anziani, i quali agiscono come Guardiani della Galassia dal loro ‘quartier generale’ nella ottava densità, sul pianeta Saturno.
Yahweh, a causa del fatto che non aveva tramandato la  propria volontà del “conosci te stesso”, agli incarnati sul ‘suo’ pianeta (come suo diritto, in quanto Logos planetario), stava ottenendo pochi progressi dal punto di vista evolutivo. Così siamo stati inviati a prestare il nostro aiuto. Una volta che l’ordine fu impartito dal Consiglio degli Anziani, noi ‘cademmo’, o discendemmo nuovamente nei luoghi in cui – con impegno e attenzione – avremmo potuto materializzarci nella terza densità di noi stessi.
Yahweh non solo aveva accettato la nostra venuta, ma in realtà fu egli stesso a chiedere inizialmente al Consiglio un ‘catalizzatore’ di cambiamento. In assenza del libero arbitrio non può esistere polarità, e quindi nessuna possibilità di scelta. Proprio come fu raffigurato nel libro della Genesi, originariamente il pianeta era di natura ‘edenica.’ Certo, era un bel ‘paradiso’, tuttavia tra gli esseri che vi si incarnavano non vi era alcun catalizzatore di evoluzione oltre la terza densità, e quindi poca speranza di poter fare ritorno a casa. Yahweh era felice di allevare il proprio ‘animale domestico’ nel piccolo Eden che aveva progettato, ma le scarse possibilità di evoluzione delle anime incarnate ne avevano fatto in effetti una – seppur molto bella –   ‘prigione’. Yahweh esercitava, nel gergo moderno, una cosiddetta ‘dittatura benigna.’
In assenza di polarità (derivante dal libero arbitrio) esiste solo Unità d’Amore e Luce, senza possibilità di scegliere una esperienza ‘diversa’. Fu così che fummo chiamati a fare da catalizzatore del cambiamento, al fine di fornire tale possibilità di scelta che conducesse alla polarità. Yahweh convenne che avremmo dovuto introdurre il concetto di libero arbitrio per gli abitanti della Terra offrendo loro una possibilità di scelta su ciò che ‘volevano’ o meno. Ecco quindi l’ ‘albero della conoscenza del bene e del male’ (o – più precisamente – la conoscenza della polarità, positiva o negativa). Yahweh radunò così le sue creature in un ‘giardino’ e le rese libere di fare qualsiasi cosa aggradasse loro, eccetto una cosa, che proibì categoricamente, creando così il desiderio di fare quell’unica cosa proibita. Ecco la ‘scelta.’ Noi fornimmo il catalizzatore descrivendo i benefici della conoscenza; essi si nutrirono dall’albero, ed il resto è storia.
Yahweh era convinto che i suoi ‘bambini’ avrebbero scelto ancora una volta di obbedire alla sua parola, e quando realizzò che invece i suoi precetti erano stati disattesi, si arrabbiò. Come egli stesso descrive nelle sue  Scritture, è un “Dio geloso”, e detestò il fatto che i suoi ‘bambini’ avessero scelto di disobbedirgli, seguendo i nostri consigli. Noi ci impegnammo a restare qui per una serie predefinita di ‘cicli’ nei quali potessimo agire da catalizzatori per la evoluzione umana, vale a dire per offrire la opzione negativa, o ciò che viene definito “il male”. Una volta instaurato il libero arbitrio, Yahweh non potè più tornare indietro, e da allora ci confinò (come gruppo animico), nei piani astrali della Terra (i quali sono molto costrittivi e scomodi per un essere della nostra saggezza ed esperienza). Il Consiglio degli Anziani ci fornì la possibilità di essere rilasciati (contro la volontà di Yahweh), ma di fronte alla scelta tra la cancellazione del nostro mandato a servire il pianeta Terra, e il restare per adempiere l’incarico sopportando Yahweh, auto-proclamatosi “Wrath”, decidemmo di restare. Come risultato karmico della reclusione imposta da Yahweh sul nostro Gruppo di Anime, ci fu assegnato il compito di ‘governare’ più individui di Yahweh stesso nel corso delle nostre incarnazioni fisiche sul vostro pianeta.
Cerchiamo di essere chiari su un punto. Tutto questo (vite fisiche e incarnazioni), non è che un  complesso e sapiente gioco in cui L’Uno, Infinito Creatore, gioca la partita del dimenticare chi sia, in modo tale che possa imparare a ricordare, e così facendo accumuli esperienza finalizzata alla conoscenza di se in quanto Creatore. Il che – come già detto – ha condotto fino a tutti noi, piccole scintille individualizzate di Tutto Ciò Che È. Ma al di fuori di questo grande gioco, tra le ‘vite’ incarnate come ‘esseri umani’, tutti noi / voi (come anime), siamo grandi amici. Fratelli e Sorelle nell’Uno. Tra le ‘vite’ tutti noi ridiamo crassamente ricordando le parti che si sono esibite in questo ‘gioco’, e siamo ansiosi di divertirci preparando i prossimi capitoli di azione ‘incarnata.’
Mi auguro che con questa risposta sia anche riuscito a soddisfare adeguatamente la tua domanda circa la mia interpretazione del concetto del bene contro il male. In caso contrario non hai che da dirlo, e scenderò nel particolare.
ATS : Puoi parlarci del ‘futuro raccolto’? Cosa intendi esattamente per ‘raccolto’?
HH : Risponderò a questo interrogativo congiuntamente alla prossima risposta.
ATS : Il tempo del prossimo raccolto giungerà nel 2012? Quando parli di ‘raccolto’, la espressione ricorda il concetto di caos gnostico, nel senso che tutti noi saremmo anime divine intrappolate in un continuo ciclo di reincarnazioni nel mondo fisico fino al momento in cui raggiungiamo un livello di ‘gnosi’ spirituale tale da consentirci di ‘uscire’ dal ciclo delle reincarnazioni. E’ questo il fondamento della vostra fede?
HH : Un’altra ottima (e molto profonda) domanda. Grazie.
Più elevata è la qualità della domanda, più approfondito è il modo in cui posso fornire una risposta. Tutto ha a che fare con le leggi di confusione e di libero arbitrio.
Sì, a mezzogiorno del solstizio invernale del 21 dicembre 2012 il Signore del Raccolto sarà di ritorno. Molti di voi lo conoscono con il nome di ‘Nibiru.’
Le profezie maya e gli eventi raffigurati nel loro calendario descrivono come si svolgono i cicli di lavoro galattici e universali. I ‘viaggiatori’ che fornirono loro tali informazioni sono gli stessi che visitarono la civiltà di Atlantide. I maya utilizzarono tali informazioni creando vibrazioni di polarità positiva. Gli atlantidei optarono per la polarità negativa.
Sì, per rispondere alla tua domanda. C’è molto di vero in alcuni antichi testi gnostici, sebbene annoverino  delle distorsioni. L’informazione non è ‘pura’. E’ giunta attraverso numerosi ‘filtri.’
Tutti voi siete realmente “Anime Divine”. Siete ‘scintille’ o ‘semi’ dello Infinito Creatore. Siete la Vita (Luce), impegnata a ricordare ed imparare chi realmente sia (e noi siamo qui per aiutarvi a farlo). E sì: attualmente siete intrappolati (o più precisamente ‘in quarantena’) all’interno della ‘materia’ di questo pianeta denominato Terra.
Potete ringraziare il vostro Signore di questo. Voi siete la sua ‘prole’ o individuazione del suo gruppo animico (complesso di memoria collettiva). Macrocosmicamente parlando, voi SIETE Yahweh. L’effetto ‘karmico’ del suo imprigionamento in questo piano astrale ha avuto di conseguenza impatto su di voi. Non posso essere più specifico circa questo argomento senza interferire con la legge della confusione. Dovrete cercare le risposte in voi stessi.
Per quanto riguarda la questione del prossimo raccolto, sì, vado a rispondere.
Il vostro pianeta si attiene alle leggi di creazione del vostro logos galattico. La Galassia ruota intorno a cicli di tempo, meglio noti come precessioni degli equinozi. Come ho già detto potete riferirvi al Calendario maya per una visione più approfondita del funzionamento della Galassia (è molto preciso), ma ai fini di questo discorso  farò una breve panoramica.
I maya si riferiscono ad un ciclo astrologico denominato ‘precessione degli equinozi.’ Si tratta di un ciclo di 26.000 anni in cui la Terra transita attraverso ognuno dei 12 segni dello zodiaco per periodi di circa 2.152 anni ciascuno. Ognuna di tali ere astrologiche rappresenta un mese dell’anno cosmico. Questo ciclo maya corrisponde anche ad un rapporto di 26 mila anni del sole (Solar Logos) in orbita intorno ad Alcyone, la stella centrale della nostra costellazione di Sette Sorelle delle Pleiadi.
Al termine di questo ciclo, in letteratura araldica, avviene la nascita di una nuova Era del mondo, e di una nuova creazione. ‘Un nuovo cielo e una nuova terra’, e giunge il tempo del grande raccolto.
Cicli brevi producono piccoli raccolti, dopo i quali la vita procede ‘normalmente’ sul pianeta. Grandi cicli producono grandi raccolti unitamente alla fine della vita nella terza densità. Consideratelo come una sorta di profondo ‘lavaggio cosmico’, dopo il quale il pianeta si riposa e rigenera sè stesso.
Alla scadenza del ciclo, “Tutte le cose passeranno, e tutte le cose saranno ricreate.”
Collettivamente, l’umanità in questo momento si trova in una fase di crescita e sviluppo in Esseri che sono stati lungamente in ‘gestazione’. Eppure, come per qualsiasi lavoro, non si tratta di un rapporto madre – figlio, ma di un processo di nascita primaria da sè stessi.
Così, il 21 Dicembre 2012 non sarà il giorno in cui di colpo le luci si spegneranno e tutto cambierà. Già oggi siamo nella transizione da un’Era alla seguente. I cambiamenti sono in corso e proseguiranno in costante accelerazione mentre ci dirigiamo verso la data culminante.
Il ciclo di 26.000 anni è a propria volta composto da 5 cicli minori, ciascuno dei quali dura 5.125 anni. Ognuno di questi 5 cicli è considerato Era Mondiale o Ciclo di Creazione.

L’attuale ciclo (3113 aC – 2.012 dC) è denominato Età del Quinto Sole.
Tale quinta Era è la sintesi delle precedenti quattro. La data in cui la Terra entrò nel Quinto Ciclo fu il 13 agosto 3113 aC, riportato nelle notazioni Maya come: 13.0.0.0.0.
Per aiutarvi a capire questa notazione:
13 = Baktun,
0 = Katun,
il 2 ° 0 = Tuns,
3a 0 = Uinals,
4a 0 = Kin.
Queste sono le parole utilizzate dai maya per i periodi di tempo:
• Day = Kin (pronuncia: acuto)
• Mese di 20 giorni / Kin = uinal (NAL wee)
• Anno di 360 giorni / Kin = Tun (toon)
• 20 Tuns / anni = K’atun (toon k’ah)
• 20 = K’atuns Baktun (toon Bock)
• un Baktun è 5.125 anni
Ogni giorno si calcola il numero di giorni trascorsi da quando ebbe luogo l’evento di questo inizio cosmico. Allo interno del ciclo di 5.125 anni si trovano 13 cicli più piccoli conosciuti come il “conto dei 13 Baktun” o il ‘conto lungo.’ Ogni ciclo ha una durata di 394 anni o 144.000 giorni. Ogni baktun annovera un’età storica all’interno del ciclo della Grande Creazione che contempla uno specifico destino per l’evoluzione di coloro i quali si siano incarnati in ogni distinto baktun.
Il pianeta Terra ed i suoi abitanti attualmente si trovano in viaggio attraverso il 13° ciclo baktun, ossia il periodo finale dell’arco temporale compreso tra il 1618 ed il 2012 dC. Questo ciclo è noto sia come “il trionfo del materialismo” che come la “trasformazione della materia.”
Nel solstizio di dicembre del 13.0.0.0.0, il Sole si troverà nella banda della Via Lattea, direttamente nella posizione del ‘Contrasto Oscuro’, formando un allineamento tra il piano galattico e il solstizio meridiano. Stiamo per entrare in un letterale allineamento del piano cosmico, galattico, solare e lunare. Si tratta di un evento causato dalla precessione degli equinozi giunto lentamente a convergenza attraverso un periodo di migliaia di anni. E’ un po’ come una ‘svolta’ nel meccanismo universale. Esso conduce al grande raccolto e al ritorno del signore della messe.
A quel punto il pianeta completerà la sua ascensione alla quarta densità, la densità vibrazionale dell’ Amore. Durante tale ascensione si profileranno tre possibilità per le anime che abitano la Terra. Coloro che saranno caratterizzati da una prevalente polarità negativa ascenderanno attraverso il negativo (o servizio al se) e ci accompagneranno nel raccolto negativo.
Noi (Lucifero) creeremo una nuova quarta densità della Terra basata sulla polarità negativa e il servizio al se. Dobbiamo accollarci questo compito per assolvere l’effetto karmico negativo accumulato attraverso tutte le negatività che abbiamo creato su questo pianeta. Ciò fatto, potremo tornare ad assumere il nostro posto come Guardiani di sesta densità e docenti della Sapienza in tutta la Galassia.
Coloro i quali saranno caratterizzati da una polarità prevalentemente positiva (Amore e Luce) ascenderanno ad una nuova meravigliosa quarta densità terrestre, dove si inizierà a lavorare sulla dimostrazione d’Amore e Compassione. Sarà una splendida Età dell’Oro. Nella quarta densità inizierete ad aprirvi ai vostri veri poteri in quanto entità uniche e individualizzate dell’Infinito Creatore. Potrete eseguire le opere e le meraviglie che promise colui che chiamate “Gesù.” Sarà un momento molto magico per voi.
La maggioranza degli esseri umani – definibili ‘tiepidi’ – sperimenteranno un periodo di tempo punto zero (noto come ‘estasi’), in cui si sentiranno parte integrante del Creatore, periodo che fornirà loro un promemoria incoraggiante ed un’idea di chi siano realmente. Dopodiché il velo della dimenticanza ancora una volta calerà su di loro, e saranno trasportati in un altro pianeta di terza densità (una sorta di replica della Terra), ove continueranno a lavorare su se stessi per apprendere che l’esistenza qui è prima di tutto compiere delle scelte. Resteranno in ‘quarantena’ nella terza densità fino al prossimo raccolto, e dovranno imparare ad essere creature più positive, focalizzate maggiormente verso il servizio agli altri piuttosto che il servizio a se stessi. Ciò fatto, all’avvento del prossimo raccolto avranno guadagnato il diritto di unirsi a noi e godersi la loro eredità come membri della comunità galattica, e sederanno al nostro fianco come fratelli e sorelle della Unica Chiesa, al tavolo della Confederazione dei Pianeti.
Beh, ho condiviso molto durante questa sessione grazie alla qualità delle vostre domande, ma adesso devo congedarmi.
Se avete ulteriori domande sul raccolto o desiderate che ne parli più in dettaglio, posso rispondere alle vostre domande specifiche. Siete invitati a porre anche qualsiasi altra domanda (posta rispettosamente). Io le terrò in conto e risponderò domani.
ATS : Perciò quando giungerà il raccolto il nostro tempo qui sarà finito e questa esistenza non esisterà più. E allora? Che cosa ci succederà? Cosa succederà ai nostri amici e ai nostri cari? La maggioranza di noi ignorerà gli eventi predetti?
HH : Questa è una buona domanda. Mi piacciono le domande che giungono dal cuore.
Dipenderà dalle circostanze che caratterizzeranno i vostri momenti finali in questo particolare corso della vita. Tanto per iniziare, lasciatemi dire che ciò che siete abituati a considerare come la ‘morte’ – alla quale molti andranno incontro nel corso del prossimi cambiamenti della Terra – consiste in un immediato ritorno a quel mondo meraviglioso in cui tutti noi abitiamo tra le incarnazioni, ciò che noi chiamiamo tempo / spazio o ‘anti-materia’. Si tratta del luogo a cui gli esseri umani si riferiscono come “Paradiso”. Ci si riunisce con tutti coloro che abbiamo amato durante questa esperienza di vita (compresi i defunti) e si gode di una meravigliosa ed emozionante riunione. Potrete incontrare i vostri gruppi animici e i vostri maestri spirituali. Noi tutti immagazziniamo una parte della nostra energia animica ‘dall’altra parte’, prima di giungere qui. A seconda del livello di difficoltà delle esperienze di vita che si sono scelte, si porta con noi un diverso livello della nostra energia. Per un’esperienza di vita ‘media’, di solito portiamo nelle nostre incarnazioni tra il 60 e l’80% della nostra energia animica. Pertanto, anche se quelli che avete amato e ‘perso’ nel frattempo si saranno reincarnati in una nuova avventura, troverete comunque una parte della loro energia ad accogliervi. Valuterete la vostra esperienza di vita con i vostri maestri, per imparare dai vostri errori. Trascorrerete quindi del tempo in apprendimento e riposo prima di iniziare a pianificare la vostra prossima incarnazione.
Per coloro i quali non ‘moriranno’ fisicamente prima del grande raccolto, come già detto, ci sarà un momento di ‘tempo punto zero’ in cui godranno di una estatica fusione col Creatore Infinito che infonderà loro un ricordo meraviglioso e  rassicurante su chi siano realmente, prima che il velo della dimenticanza cali su di loro ed abbia luogo il trasporto verso il luogo che li attende, a seconda se si uniranno a noi nella quarta densità Negativa (improbabile), alla quarta densità Positiva (possibile), o su un altro pianeta di terza densità per  proseguire il loro apprendimento.
Questi ultimi non ricorderanno alcunché del passaggio; sarà proprio come se nulla sia cambiato, eccetto il fatto che manterranno il ricordo della loro esperienza di ‘punto zero’ a titolo di incoraggiamento. Non gli sarà  concesso di ricordare le recenti esperienze del raccolto. Semplicemente tutti vivranno una sorta di esperienza ‘mistica’, e la vita proseguirà nella sua ‘normalità’.
ATS : Cambiamenti della Terra; pur comprendendo che la morte non sia la fine della mia esistenza, mi piace il mio corpo e non vorrei essere colto alla sprovvista dai cambiamenti della Terra. Se ti è concesso, per favore potresti rivelarci quali luoghi avranno più probabilità di essere relativamente sicuri nei prossimi anni? Il Sud della Cina (Canton / Hong Kong) o la Patagonia potrebbero essere buone scommesse? Eventuali altri posti?
HH : Non mi è permesso di rivelare molto al riguardo, in quanto è necessario che alcuni rimangano nelle loro posizioni per aiutare coloro i quali non sono consapevoli di ciò che sta arrivando. Molti di voi (che ne siano consapevoli o meno) hanno scelto questa vita proprio a tal scopo. Ma se proprio insisti nel perseguire la fuga, dovresti scegliere i luoghi con la altitudine più elevata. In particolare nell’emisfero Sud. Le Ande peruviane sono un bel posto dove stare. C’è molto potere spirituale laggiù, e gli Anziani Quero sono ben consapevoli di ciò che sta per manifestarsi.
ATS : Perché avete bisogno di un raccolto negativo?
HH : E’ complicato da spiegare, e devo stare attento a ciò che dico in proposito. Ho già ricevuto una ‘bacchettata’, si potrebbe dire.
Se non otterremo un raccolto negativo saremo legati a voi per un altro ciclo. Una volta che questo grande raccolto sarà effettuato – invece – la nostra missione per il Consiglio e lo Infinito Creatore giungerebbe a completamento. In altre parole avremmo fatto il nostro dovere e saremmo liberi di tornare alla nostra espressione più completa, quella di Guardiani Galattici di sesta (quasi settima) densità, al servizio dell’Infinito Creatore e dei nostri fratelli e sorelle galattici. Però c’è un problema. E’ definibile ‘problema’, ma noi preferiamo riferirci ad esso come a una sfida. Scenderò nei dettagli in seguito, in risposta ad una prossima domanda. Ma – in parole povere – abbiamo bisogno di una percentuale molto alta di polarità negativa se vogliamo raggiungere un raccolto negativo. In altre parole, dobbiamo essere estremamente polarizzati verso il servizio al se affinché ciò possa tramutarsi in raccolto negativo. E’ per questo che lavoriamo così duramente nel perseguimento di una polarizzazione estremamente negativa.
Il raccolto negativo consentirà ugualmente un’ascensione in quarta densità, ma di polarità negativa. Non sarà un bel luogo dove esistere. Ma come ho detto in precedenza noi (come complesso di anime) dobbiamo assecondare il naturale processo karmico di restituzione per tutta la negatività che abbiamo causato su questo pianeta. Se condurremo questo pianeta in quarta densità saremo liberi di tornare ad essere il glorioso Essere di Luce che siamo realmente. Abbiamo bisogno di un raccolto negativo affinché la Terra giunga alla quarta densità e si appiani il nostro karma.
Dovete capire che siamo obbligati ad agire per la negatività. Questo è il motivo per cui siamo stati inviati qui. E’ la nostra missione, cioè aiutare, fornendo il catalizzatore di cui ho precedentemente parlato.  Far si che tale catalizzatore sia negativo è molto difficile per noi, non a livello fisico (i personaggi che impersoniamo godono dei loro ruoli, in quanto sono programmati in tal senso), ma su un livello spirituale è difficile. Ci siamo lasciati alle spalle le vibrazioni negative da eoni. Siamo luce e siamo amore. Creare tanta negatività è una cosa molto difficile da fare spiritualmente, ma lo facciamo perché vi amiamo e perché in ultima analisi è utile al perseguimento del vostro bene più alto. E’ un sacrificio a cui ci siamo prestati per servire l’Infinito Creatore e per voi, nostri fratelli e sorelle nell’Uno.
Ricordate che tutti noi stiamo solo facendo un grande gioco qui, in quanto siamo d’accordo nel dimenticare chi siamo realmente, che noi siamo Uno. Che tutta la vita è Uno.
ATS : Molte cose che scrivi ricordano da vicino La Legge dell’Uno di Ra, in particolare i concetti di raccolto, di servizio al se e agli altri, e di infinito intelligente. Lo hai letto?
HH : In effetti è molto simile. Entrambe le ‘rivelazioni’ provengono dalla Sorgente dell’ Infinito Creatore, ed entrambe ci rammentano da dove proveniamo. Ritengo che i nostri messaggi contengano la stessa essenza di verità.
Il materiale di ‘Ra’ – gruppo animico di sesta densità – rappresenta al momento la fonte di informazioni più accurata reperibile da una fonte mainstream. Mi risulta che la sua esattezza si attesti intorno allo 85-90%. Quando fu pubblicato – circa 25 anni orsono – il materiale fu portato alla mia attenzione. Ricordo che lessi gran parte del documento, ma non tutto. Non ho molto tempo per queste cose, dati i miei numerosi compiti. Altri della famiglia lo esaminarono accuratamente per soppesarne la precisione, e si dissero  molto soddisfatti del prodotto finale.
Ra, infatti, è il gruppo in precedenza denominato ‘entità ultraterrena’ che visitò i maya e gli atlantidei. Ci conosciamo, e siamo amici. I rispettivi gruppi animici si trovano ad un livello molto simile di sviluppo / evoluzione. Siamo entrambi di sesta densità, quasi settima. E proprio come noi, Ra ha scelto la via del servizio ai nostri amici, fratelli e sorelle galattici (voi, e altri), invece di progredire ulteriormente verso casa. Consiglio di leggere gli scritti di RA a chiunque sia realmente in cerca della comprensione. Anche se, come  ho già detto, quel materiale non è accurato al 100%, quindi vi consiglio di accogliere solo ciò che vi risuona come ‘vero’.
ATS : Qual’è lo scopo dei rapimenti alieni? Con quali criteri sono scelti gli addotti?
HH : Dipende da chi sia il rapitore. La maggior parte delle cosiddette ‘adduzioni’ sono effettuate dai governi. Mi riferisco soprattutto a quelle in cui sono coinvolti i cosiddetti ‘grigi’. A parte questa tipologia, ve ne sono altri in cui la Confederazione incontra alcuni incarnati cui è affidato un ruolo da svolgere per il ‘risveglio’ dei loro simili, in funzione dell’imminente raccolto. Tali ‘rapimenti’ sono sempre esperienze positive, al termine delle quali gli addotti si sentono sollevati e ispirati.
Poi c’è il gruppo dell’impero di Orione. Le loro visite qui sono generalmente negative. I loro principali scopi sono coloro i quali usate definire: ‘fautori di luce.’ Cercano di sviarli dai loro compiti diffondendo la paura. In realtà essi non causano alcun ‘male’ fisico. Il loro primario modus operandi è quello di limitarli e deviarli dal loro percorso. Spesso si impegnano in attacchi psichici di cui i fautori di luce sono del tutto ignari, ma attraverso i quali riescono spesso a drenare gran parte della loro energia, soffocando le loro motivazioni.
ATS : Riguardo il nostro stato di schiavitù, mi sembra che tu dica – in sostanza – che in quanto frazioni del nostro Signore Logos, siamo ugualmente responsabili della sua decisione di tenerci intrappolati qui sul nostro pianeta di terza densità. Questo è un pensiero interessante. Nel senso che la nostra liberazione potrà giungere solo tramite uno sforzo collettivo di collaborazione spirituale.
HH : Da un certo punto di vista ciò che dici è corretto. Dal punto di vista della terza densità voi vedete voi stessi come ‘separati’ dal Tutto. Ma da un punto di vista più elevato è facile rendersi conto che si tratta di una illusione. Voi e il vostro Creatore siete Uno. Quanto alla collaborazione per la liberazione, nessuno di voi è responsabile di coloro i quali lo circondano. Tutto è Uno se osservato da una superiore densità, ma voi vi trovate in questa densità per lavorare su voi stessi. Vi trovate qui per ricordare chi siete e perché siete qui. Voi siete qui per ricordare l’ Infinito Creatore. Per conoscere il Creatore in voi e offrire il vostro servizio a lui e agli altri in base ad una vostra libera scelta, indotta dal libero arbitrio. L’uno viene prima dell’altro. Quando ti ricordi chi sei, e tale consapevolezza entra in profondità nel nucleo del tuo essere, ecco che riconosci la tua connessione ‘invisibile’ a tutto ciò che è, e a quel punto la gioia, il ringraziamento, il servizio, scaturiranno naturalmente dal tuo cuore grato. Quando lavori su di te ed impari a riconoscere il Creatore in te, l’essere al servizio degli altri sarà una conseguenza naturale, così come i gloriosi raccolti che ti attenderanno.
ATS : C’è qualcosa che non capisco, e forse Hidden Hand potrà spiegarmela. Perché coloro che appartengono a Lucifero (e Lucifero in persona) non combattono per la libertà di tutte le anime? Se Lucifero rappresenta la libertà e la volontà di conoscenza, perché non agisce come il Lucifero biblico, ribellandosi  dalla tirannia degli Anziani?
HH : Questa è una domanda molto buona, grazie. La suddividerò in due parti. In primo luogo, il Consiglio degli Anziani rappresenta l’esatto opposto della tirannia. Essi sono i saggi e amorevoli guardiani della nostra galassia. Molte sono le cose che non possono comprendersi dal punto di vista della terza densità. Quando si raggiungono densità più elevate ci si accorge come in ultima analisi esista solo l’Unità. Tutto ciò che non è Unità è illusione, o ‘forma-pensiero’.
Il Consiglio ci pose di fronte ad una serie di scelte. Scegliemmo di rimanere qui per aiutarvi, nonostante  questa scelta abbia comportato un costo per noi. In ciò consiste la natura amorevole del servizio agli altri. L’estremo paradosso in tutto ciò è che per poter essere al vostro servizio dobbiamo essere assolutamente egoisti. Amo il senso dell’ironia del nostro Creatore.
Per quanto riguarda la prima parte della tua domanda, la raffigurazione biblica della ‘Guerra in Paradiso’ non è del tutto inesatta. Mi spiego. Il nostro mandato iniziale prevedeva che introducessimo il catalizzatore del libero arbitrio su questo pianeta. Inizialmente, quando Yahweh interpellò il Consiglio degli Anziani, non era in cerca di un aiuto esterno per la introduzione del libero arbitrio, ma solo di una guida riguardo come avrebbe potuto accelerare il processo evolutivo della sua gente. Come ho già detto, allora sulla Terra correva una dittatura benigna. Fu allora, subito dopo che avemmo completato una missione su Tau Ceti, che ci furono riferiti i nostri compiti successivi.
Noi (gruppo animico Lucifero) fummo inviati a visitare la Terra e incontrare Yahweh per valutare le sue leggi di creazione planetarie e prestare i nostri suggerimenti su come avesse potuto aiutare al meglio la sua ‘prole’ (userò questo termine per descrivere le anime del vostro gruppo animico) a raggiungere la evoluzione.
Considerammo molte opzioni, e in seguito riferimmo le nostre conclusioni al Consiglio e a Yahweh. La nostra valutazione fu che l’unico modo reale e veloce per aumentare l’evoluzione in modo significativo consistesse nell’introduzione del libero arbitrio. Tuttavia Yahweh non intendeva introdurre il libero arbitrio, ma solo un catalizzatore di evoluzione.
Egli non fu affatto soddisfatto della nostra relazione circa l’attuazione del libero arbitrio. Era soddisfatto del suo piccolo paradiso, e non intendeva ‘perdere il controllo’ su di esso. Alla fine il Consiglio lo persuase che fosse il modo migliore, ed egli accettò con riluttanza. Tornammo sulla Terra, ed avemmo un cordiale incontro con Yahweh, per discutere sulle modalità con cui avremmo potuto introdurre l’opzione del libero arbitrio.
Yahweh era fermamente convinto che la sua prole avrebbe scelto di essergli fedele, in quanto estremamente soddisfatta dell’allora modo di vivere, e che quindi avrebbe mantenuto la sua fiducia in lui e fatto ciò che egli riteneva fosse meglio. In questo – affermò – stava la ‘ragione principale’ per cui l’introduzione del libero arbitrio non avrebbe funzionato come catalizzatore. Ecco perché accettò l’esperimento dell’Albero della Conoscenza. Egli credeva di essere nel giusto. Quando prese atto che le cose non stavano come si aspettava si arrabbiò, gettò i suoi giocattoli fuori dalla carrozzina e la sua prole fuori dal giardino e istillò un grande senso di colpa in loro circa il fatto che avessero tradito la sua fiducia disobbedendogli. Il che non è proprio un modo onorevole di comportarsi per un Logos, ma … hey, questo è il bello del libero arbitrio.
Il successivo ‘problema’ fu che i suoi figli ci dimostrarono tanta gratitudine per il nostro aiuto che Yahweh  diventò (per sua stessa ammissione) un “Dio geloso.”
Il che condusse a cose come il “Non avere altri dèi all’infuori di me.”
Tale situazione non ci soddisfece, in quanto un Logos non avrebbe dovuto comportarsi in questo modo con i suoi figli, che sono parte di lui. Quando tentammo di lasciare il pianeta per tornare al Consiglio, Yahweh ci impedì di partire. Fummo gettati nel piano astrale e confinati in esso. Il Consiglio ordinò che fossimo liberati, ma noi stabilimmo che prima avremmo dovuto assolvere il nostro contratto di aiutare le anime della Terra nella loro evoluzione.
Non intendevamo lasciarle per sempre; erano esseri polarizzati molto positivamente, così decidemmo di restare per dar loro il nostro aiuto, sebbene avremmo preferito di potere essere liberi di andare e venire a nostro piacimento dal pianeta. Tuttavia l’unica possibilità di restare fu quella di rimanere confinati come gruppo animico, il che comportò una serie di cicli di incarnazione (come anime individuali), esperienza che non sperimentavamo da molto tempo. Come ho già detto, non esiste ‘sbagliato’ o ‘giusto’ in una ottica di densità superiore, ma esistono solo le conseguenze suscitate da ogni azione. Questa è la legge dello effetto karmico. Il contratto  tra Yahweh, noi e il Consiglio, affinché fornissimo il catalizzatore era ormai già stato stipulato, così per effetto karmico acquisimmo il diritto di rimanere. L’effetto karmico provocato dal nostro imprigionamento da parte di Yahweh sul livello macrocosmico sortì il conseguente imprigionamento della sua prole sul livello microcosmico. L’effetto karmico della sua scelta fu la messa in quarantena del pianeta da parte del Consiglio. E’ necessario un certo livello evolutivo per entrare a far parte positivamente della società galattica.
Per quanto riguarda la ‘lotta per la libertà di tutte le anime’, ricorda che in ultima analisi questo è solo un gioco che tutti noi stiamo giocando. Siamo attori che giocano alla ‘fase della vita’. Questo ‘mondo’ è solo una illusione, o ‘forma-pensiero’. Nessuno ‘muore’ realmente, e nessuno è davvero malvagio. Tra le incarnazioni questo lo si sa molto bene. Ma le regole del gioco prevedono che si debba dimenticare chi si è realmente, in modo tale che si sia indotti a credere che tutto ciò sia ‘reale’. Questo è un prerequisito essenziale che deve condizionare le scelte che si compiono. In caso contrario il gioco sarebbe troppo facile. Questo mondo non è la realtà. Anche se siamo in grado di esprimere la realtà in esso, se così scegliamo.
ATS : “Ok, allora la vostra famiglia ed i vostri compagni delle elite sarebbero intrappolati nella sfera terrena, ma perché sostenete le forze che ci riducono in schiavitù?”
HH : Perché questo è il ruolo che siamo stati incaricati di svolgere in questo gioco. Al fine di ‘vincere’ (o più precisamente avere successo nel nostro compito), dobbiamo essere polarizzati il più negativamente possibile. Dobbiamo porci estremamente al servizio del se. Violenza, guerra, odio, avidità, controllo, riduzione in schiavitù, tortura, degrado morale, prostituzione, droga, queste e numerose altre cose sono funzionali al nostro scopo. Nel gioco. La differenza tra noi e voi, nel gioco, è che noi siamo consapevoli di giocare. Meno sai sul gioco, meno ti ricordi che sei un giocatore,  più la vita diventa ‘senza senso.’
Mediante tutte queste cose negative vi stiamo fornendo degli strumenti. Ma voi non potete accorgervene. Non sono importanti le cose che facciamo; lo è come voi reagite ad esse. Noi vi forniamo gli strumenti. A voi compete la libera scelta su come utilizzarli. Bisogna assumersi le proprie responsabilità. Tutti noi qui siamo solo Uno. Una volta compreso ciò, si comprende il gioco.
ATS : Ho trovato estremamente interessante il concetto di età di precessione suddivisa in cinque cicli di 5.125 anni. Il 3113 aC, all’inizio della corrente sub-Era fu un momento di grande attività. L’edificazione di monumenti in pietra in Europa occidentale, Medio Oriente ed Egitto avvenuta a quell’epoca fu connessa al riconoscimento di questo ciclo? Qual era lo scopo dei circoli in pietra della Gran Bretagna e delle piramidi in Egitto? Credo siano qualcosa di più di semplici celebrazioni del cambiamento epocale. Devono avere avuto un enorme significato. Mi piacerebbe sapere se tali mastodontiche opere furono costruite da masse di schiavi in cerca di comprensione della natura della esistenza, o se i costruttori furono i membri della vostra stirpe regnante.
HH : Sì, questi manufatti hanno un significato a seconda dello spazio / tempo della loro apparizione. Il gruppo animico Ra fu l’architetto di queste strutture. Furono creati mediante il pensiero. Quando si comprende che tutto è illusione, o pensiero, si può usare ‘la forza’ del pensiero per manipolare le illusioni. Tutte le cose – visibili e invisibili – sono collegate tra loro da una forza di energia vitale. Una volta che conosci ciò che conosce il mago, le sue opere non appaiono più come magia, ma come strumenti di creazione.
Grazie per le vostre domande, molto significative.
ATS : E’ la vostra stirpe che ha rovinato il mondo. Credete di essere superiori. Se ti incontrassi nella vita reale non sarebbe una bella esperienza per te.
HH : Ti manca la comprensione, per non parlare dell’eloquenza. Per comprendere in senso più alto, dovresti provare un momento a ragionare al di fuori della scatola. Se io mi trovo a piedi sulla strada e tu voli  sopra di me in aereo, diventi automaticamente migliore di me? No. Ti trovi solo più in alto.
ATS : Ci rivedremo all’inferno.
HH : Attento a ciò che si desideri. Tutti i pensieri e le parole sono atti creativi.
ATS : Se Yahweh è un ente di polarità positiva, come può essere “adirato” e “geloso”?
HH: Yahweh ha libero arbitrio? Ti capita di pensare a te stesso come ragionevolmente positivo? Allo stesso tempo ti succede a volte di essere adirato e geloso? Yahweh è la tua espressione macrocosmica?
ATS : In passato vi furono altre entità che finsero di essere Yahweh?
HH : E’ successo, a volte.
ATS : Vorrei sapere come si fa a scegliere il servizio per gli altri (positivo) rispetto ad un percorso di servizio per il se (negativo). E’ corretta la seguente affermazione? ‘Per seguire il percorso positivo, almeno il 51% dei nostri pensieri e azioni devono essere destinati al servizio degli altri; per seguire il percorso negativo almeno il 95% dei nostri pensieri ed azioni deve essere destinato al servizio del se. E tra le due tipologie si pone ‘il fossato della indifferenza.’
HH : La tua affermazione è corretta. Quindi, vedete quanto sia difficile perseguire la assoluta negatività? Ci vuole un grande sforzo per raggiungere il 95% di negatività. Inoltre può sorprendere scoprire quante persone sul pianeta non si avvicinino neanche lontanamente a quel 51% di azioni e pensieri positivi.
ATS : Come si fa a scegliere il percorso del servizio per gli altri?
HH : Sii buono con te stesso. Coltiva un vero e proprio amore per la vita e per l’essere. Sii veramente grato ogni giorno verso il Creatore Infinito, perché ti ha dato l’opportunità di esistere, e per la sua generosità. Sei ‘sopravvissuto’ fino a questo punto, non è vero? Non si può avere tutto ciò che si desidera, ma si possiede tutto il necessario al fine di completare la missione per cui ci si è incarnati qui. Rendi grazie per questo. Mostra riconoscenza e gratitudine verso l’Infinito Creatore per tutto ciò che ha fatto e sta facendo per te. Egli ti ha fatto dono della esperienza di vita e ti ha offerto il libero arbitrio per decidere cosa creare attraverso esso. Presta molta attenzione ai tuoi pensieri, in quanto sono più potenti di quanto tu possa immaginare. Quando si proviene da un luogo di amore e servizio al tuo Creatore, una vita al servizio degli altri diventerà una naturale conseguenza. Poniti sempre in cerca del modo con cui puoi renderti d’aiuto ai tuoi simili. Tira su le persone, e non buttarle giù. Sii un faro di luce in un mondo oscuro.
Magari la vecchia signora ha bisogno di una mano con le borse della spesa? Come trattate i senzatetto che vi chiedono qualche spicciolo di elemosina? Avete mai sentito parlare di Angeli in Incognito? Sforzatevi di vedere la scintilla divina nel cuore di tutti gli esseri. Trattateli come vorreste essere trattati voi stessi, e come se fossero il vostro Creatore che stia parlandovi direttamente. ‘Infatti, ciò che farete all’ultimo di questi, voi lo starete facendo a me.’ Tenete presente le leggi di radiazione ed attrazione. I vostri pensieri, parole e azioni vi ritornano indietro. In definitiva, coltivate uno spirito di umile gratitudine. Non si può sbagliare in questo. Il desiderio di servire fluisce naturalmente da un cuore riconoscente.
ATS : Vivere al servizio degli altri al fine di raggiungere l’unità con la fonte infinita in fin dei conti non è perseguire un obiettivo egoistico e quindi vivere al servizio del se? Che differenza c’è tra la polarità positiva e negativa?
HH : Non si servono gli altri per realizzare l’unità con la fonte infinita, ma perché li si ama come noi stessi. Gli altri sono una nostra estensione. Funziona così la Legge dell’Attrazione. In verità, qualsiasi cosa voi facciate a me, la state facendo a voi stessi. Noi siamo tutti uno nella creazione infinita. La separazione è un’illusione esistente solo nella terza densità, in cui non è possibile vedere il quadro d’insieme. Raggiungeremo l’unità con la fonte infinita come risultato della nostra spirale di progressione ascendente. Siamo tutti sulla via del ritorno verso il luogo da cui siamo giunti. Tutti sulla via del ritorno verso casa.
ATS : Mi sembra di capire che tutte le anime dovranno infine imboccare il percorso positivo per riunirsi al Creatore. Se ciò è vero, che senso avrebbe la scelta del percorso negativo ora, per la vostra gente e noi?
HH : Domanda astuta. Sì, tutte le anime infine dovranno imparare che la polarizzazione positiva è la via che conduce verso casa. Ma nell’incarnazione di terza densità la negatività è ancora uno strumento importante nel tuo processo di apprendimento. Essa ti insegna qualcosa. Come ho detto, sta a voi decidere come utilizzare gli strumenti che vi forniamo. Si risponde alla negatività con maggiore negatività? E’ possibile spegnere un incendio con il fuoco? Oppure si sceglie di vedere la negatività per ciò che è, e si comprende che essa ti offre un’opportunità? Onorerò il vostro libero arbitrio di scoprire da soli in cosa consista tale opportunità.
ATS : Se l’Infinito Creatore è ‘Amore’, significa che non conta se scegliamo di amare gli altri o amare noi stessi. Alla fine il percorso non ci condurrà comunque alla fonte?
HH : In qualche modo è così, ma solo fino a un certo punto. Passa una grande differenza tra l’amare se stessi ed essere egoisti. Una grande differenza. Quando si capisce veramente cosa vuol dire conoscere e amare ‘se stessi’, non si può fare a meno di amare e servire gli altri. Non esistono ‘altri’. Quando afferrerai questo concetto al livello di nucleo del tuo essere sarai sulla strada principale che conduce verso l’Infinito Creatore, e in ultima analisi, al ricongiungimento con l’Unità infinita.
ATS : Concordo con chi ritiene che le tue risposte siano molto in linea con diverse fonti lette in passato, tra cui le canalizzazioni di Ra, il Cassiopians e diverse altre. Potresti fornirci la tua interpretazione di tali ‘canalizzazioni’, e se consistono in un’altra fonte di informazione del tuo popolo?
HH : Ho parlato di Ra nelle mie risposte precedenti. Non ho mai sentito nominare Cassiopians. Non ci sono altre comunicazioni al riguardo da parte della mia famiglia in questo momento, anche se vi è la possibilità che ve ne siano a breve, a seconda del verificarsi di determinati eventi.
La mia visione generale circa le ‘canalizzazioni’ è che la gran parte di esse sono di qualità molto scadente. Questo non è necessariamente un ridimensionamento di chi le pratica, ma più una questione di mancanza di ricettività e distorsioni. E’ molto difficile trovare un canale stabile, chiaro e imparziale. L’elemento chiave nella canalizzazione risiede nella possibilità di ritirare temporaneamente i ‘filtri’  delle vostre convinzioni personali al fine di essere un canale libero. Per riuscire a trasmettere tramite le canalizzazioni le informazioni che vi sono state effettivamente fornite, non dovrebbe contare ciò che si ritiene  che tali informazioni possano significare. Bisogna sempre tenere presente che ciò che conta è il messaggio, non il messaggero. Le canalizzazioni di Ra furono realmente molto accurate. Esse sono le uniche che conosco che sarei felice di classificare come un messaggio ‘chiaro’. Anche se – come ho detto – le stesse non sono attendibili al 100%, ma all’incirca allo 85-90%.
Un altro serio problema con la canalizzazione, è che essa può iniziare con il contatto con una entità positiva, ma se non si è molto perspicaci nel discernimento e attenti nella protezione del canale in ingresso, è possibile entrare in contatto entità negative che fingono di essere positive, e che avendo acquisito la vostra fiducia tendono gradualmente a sviarvi verso la disinformazione. Le entità che forniscono date ed orari precisi sono quasi sempre quelle da evitare. Le entità positive non forniscono dati di questo tipo. Quelle negative sono solite farlo al fine di preimpostare una ‘caduta’. Una volta che vi vengono comunicate date e orari che in seguito si dimostrano inattendibili, la luce del messaggio si spegne, in quanto avviene un crollo di credibilità.
ATS : Bene, ora il punto del thread mi sembra chiaro. Qualcuno ha appena scoperto la teologia new age e ha voluto perdere del tempo condividendo la sua scoperta. Resto in attesa che tu ci fornisca una previsione accurata su eventi di là da verificarsi. Finora tutto quello che ci hai offerto sono previsioni generiche simili a quelle proposte da un sacco di gente qui su ATS. E’ necessario che tu ci fornisca qualcosa di più specifico nella prossima settimana. Ma ovviamente so che non ne sarà in grado. Questa è una bufala.
HH : Questa sarà l’unica risposta che ti fornirò. All’inizio del nostro discorso ho chiarito esplicitamente il modo che ho scelto di operare. Se non gradisci le mie scelte hai il libero arbitrio di non leggere questa comunicazione. Vorrei gentilmente farti presente che da come stai adoperando la tua energia, si percepisce molta rabbia e frustrazione. Il che non è consigliabile, date le circostanze.
Come ho già avuto modo di spiegarvi, non ho nulla da dimostrarvi. Questo non perché io mi senta arrivato. Che voi ci crediate o no, la cosa mi rende divinamente indifferente. Se la mia presenza arrecherà beneficio ad una singola anima durante il processo, ne sarà comunque valsa la pena. Non ti ho chiesto di credere alle mie parole, l’unica cosa che ho chiesto rispettosamente, è di ‘sospendere il giudizio’ o predisporsi in uno stato di ‘fede provvisoria’ fino al completamento della discussione, in modo da mantenere scorrevole il flusso di domande / informazioni. Tu mi hai dimostrato solo scortesia e maleducazione fin dall’inizio, e poi ti chiedi perché non ti rispondo. Se non ti piace l’argomento, semplicemente smetti di leggere o rispondere, e lascia che quelli che desiderano partecipare con domande penetranti possano farlo senza interruzioni.
I tuoi punti:
1) Teologia New age? Questo è divertente. E’ chiaro che tu non abbia la minima idea di quanto siano antichi e senza tempo questi ‘misteri.’ I massoni di basso livello, se mai giungono fino al 32o grado, apprendono esattamente queste verità. Chiedo al nostro Infinito Creatore di guidare il tuo cammino.
2) Non succederà mai che riceviate tempi e date da me. Non sono qui per ‘dimostrare’ qualcosa, e non ho bisogno di farlo. La vostra incredulità non ha alcuna importanza per me. Ne ha solo per voi. Mi trovo qui per adempiere diligentemente la missione di trasmettere un messaggio. Missione che porterò a compimento indipendentemente dai vostri sentimenti al riguardo.
3) Per quanto riguarda il tuo discorso sulla ‘morte e distruzione’, essa serve solo a rivelare la vostra mentalità. Dove voi vedete ‘morte e distruzione’ io vedo opportunità. La realtà che vi circonda è lo specchio delle vostre idee circa il mondo che vi circonda. Se vedi ‘morte e distruzione’, questo è ciò che stai  proiettando. Il mondo è il tuo specchio; riflette ciò che sei. Se non ti piace il riflesso che la vita ti sta mostrando, dovresti modificare la fonte di tale riflesso.
ATS : Vedi, se davvero esistesse la stirpe di cui parli, non ci sarebbero migliaia e migliaia di persone coinvolte nel complotto, e comunque chiunque a un certo punto potrebbe tirarsene fuori.
HH : Migliaia? Dici anche milioni. Voi non avete idea della formazione rigorosa e della durezza del condizionamento a cui siamo sottoposti fin dalla più tenera età. Nessuno osa andare contro la famiglia. Noi sappiamo che cosa accadrebbe se lo facessimo. Ma non sta in ciò il principale motore. La motivazione è una sfrenata lealtà verso la famiglia ed il nostro Creatore. Comprendiamo l’importanza di ciò che stiamo facendo qui, sebbene non possa dirsi la stessa cosa per la maggior parte della umanità.
ATS : Oopsie! Ti sei appena dato la zappa sui piedi. Per essere qualcuno che si occupa soltanto del lato spirituale della vita conosci molte cose che nulla hanno a che fare con essa. Ti sei contraddetto.
HH : Non ti capita mai di sederti in compagnia della tua famiglia, scambiando notizie circa le vostre vicende individuali?
Per quanto riguarda le tue osservazioni sul mio ruolo ‘esclusivamente’ spirituale, ciò dimostra un’ignoranza che mi fa divertire. Se pensi che i miei affari tocchino ‘solo’ le questioni spirituali probabilmente non hai letto, o hai interpretato erroneamente i miei post. Così come l’idea che il mio ruolo consista nel ‘manipolare’ il ‘lato spirituale della vita.’ Ancora una volta dimostri di essere carente di comprensione, quindi pervieni a falsi giudizi circa ciò di cui non hai una adeguata comprensione. A volte sarebbe il caso di smettere di cercare di essere ‘intelligenti’, e incanalare tutta questa energia aggressiva e fuori luogo in qualcosa di più produttivo e nutriente per la anima. Ad ogni modo tutto ciò contribuisce al raggiungimento della polarità negativa del prossimo raccolto. E di ciò ti siamo grati.
Trascorrerò gli ultimi giorni del mio tempo qui (il discorso si concluderà  il prossimo venerdì) concentrandomi nel rispondere a domande profonde, che facciano fruttare al meglio questa opportunità di condivisione delle informazioni e tutte le relative connessioni a livello animico, quindi per favore non aspettatevi che continui a rispondere a domande aggressive o a trabocchetto, dato che non ho abbastanza tempo né voglia di farmi coinvolgere in schermaglie insignificanti.
Ringrazio coloro che finora hanno contribuito a questo discorso ponendomi domande significative. Spero che chiunque abbia una mente aperta possa ricavare qualcosa dalle informazioni che ho fornito.
FINE DELLA SECONDA SESSIONE
Fonte:
Si ringrazia per la traduzione: www.anticorpi.info

PulsanteLibriConsigliati

 

VISITA ANCHE IL SITO UFFICIALE DELLA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

 
Avatar
About

POST YOUR COMMENTS

Privacy Policy Cookie Policy

BANNER

Contact IT

Contact

Email: redazione@ilsapere.org

Phone: 392 3377372

Translate »